Home Archivio storico 1998-2013 Generico Fondo Espero, elezione assemblea dei delegati

Fondo Espero, elezione assemblea dei delegati

CONDIVIDI
  • Credion
Il personale della scuola che ha sottoscritto l’adesione al "Fondo Espero", potrà esprimere, il 13 ottobre, il proprio voto per eleggere l’Assemblea dei delegati, uno degli organi  associativi di un fondo pensione che, costituito nella forma di associazione, ha lo scopo di erogare agli aventi diritto trattamenti pensionistici complementari al sistema obbligatorio pubblico.
Saranno chiamati a votare tutti coloro che saranno iscritti nel libro degli associati entro i 30 giorni antecedenti il 13 ottobre 2006. Non è sufficiente, quindi, aver sottoscritto il modulo di adesione al Fondo, ma bisogna figurare nel libro dei soci, cosa che, di norma,  avviene due mesi dopo l’inoltro da parte delle istituzioni scolastiche del modulo di adesione all’Inpdap, al Mef e al "Fondo Espero".
L’Assemblea dei delegati, composta da 60 componenti (la metà dei quali eletti dai lavoratori associati al Fondo, gli altri vengono designati dall’amministrazione) approva il bilancio, predisposto in conformità alle norme dello statuto e alle disposizioni della Covip, elegge i componenti del Consiglio di Amministrazione e quelli del Collegio dei Revisori Contabili, esercita azione di responsabilità nei confronti dei componenti il Consiglio di Amministrazione, determina la quota percentuale delle contribuzioni da destinare a finanziamento dell’attività del Fondo e può modificare lo statuto.

Sono cinque le liste presentate: Flc Cgil: Previdenza come valore; Uil Scuola; Anp/Cida: Garanzia per il domani; Snals-Confsal: in Espero per la gestione ottimale della tua previdenza complementare; Cisl Scuola: Protagonisti insieme.