Home I lettori ci scrivono Fra Ministro e sindacati non c’è nessuna pace

Fra Ministro e sindacati non c’è nessuna pace

CONDIVIDI
  • Credion

Pubblichiamo la lettera di un nostro lettore che “contesta” il titolo di un nostro recente video. Una sola osservazione sulla frase di chiusura del  lettore: con le “mie chiacchiere” non voglio convincere nessuno, ci mancherebbe altro.
E’ giusto che ciascuno si formi le proprie opinioni ascoltando il suono di molte campane. Se fra queste campane c’è anche un mio articolo sono più che soddisfatto. (R.P.)

Gent.mo Prof. Palermo

Icotea

in riferimento al tuo video “FRA GOVERNO E SINDACATI E’ SCOPPIATA LA PACE” cortesemente dovresti modificare il titolo e correggerlo in tal senso “FRA GOVERNO E SINDACALISTI E’ SCOPPIATA LA PACE”.
Infatti come Tu sai la base non ha alcun legame con i vertici delle Organizzazioni Sindacali che eseguono quello che gli viene detto dal Governo (cosi come accadde con la Fornero i sindacalisti misero su una sceneggiata di “LUNA DI MIELE” con Monti).

In particolar modo proprio la categoria dei docenti è stata quella da sempre emarginata nel mondo del pubblico impiego maggiormente dal punto di vista economico.
So che è inutile aggiungere numerosi esempi storici dai quali si desume la scarsa o nessuna importanza dei docenti e del mondo della scuola nella vita reale in quanto Tu li ricordi meglio di me tutte le volte che siamo stati “bidonati” dai sindacalisti anche rispetto a tutte le altre categorie.

Solo in questo periodo di pandemia si sta maggiormente parlando di Scuola semplicemente perché i ragazzi sono giustamente costretti a restare a casa in quanto appena rientrano in classe immediatamente nella Scuola si determina un focolaio pandemico e questo sarà sempre più vero con le numerose varianti del virus che si stanno ripetendo e circolando!

Quindi nessuna “LUNA DI MIELE”; non c’è mai stata, non è presente (anzi è esattamente il contrario) e non ci sarà mai nessuna “LUNA DI MIELE” fra la base dei docenti con i vertici Governativi ne tantomeno con i vertici dei sindacati e vedrai che il rinnovo del contratto avremo poche briciole forse gli aumenti saranno già compensati dalla vacanza contrattuale.

In sintesi Caro Reginaldo con me le Tue chiacchiere non funzionano!

Tommaso Caporale