Home Attualità Genitori litigano fuori scuola, uno tira fuori l’ascia davanti agli alunni

Genitori litigano fuori scuola, uno tira fuori l’ascia davanti agli alunni

CONDIVIDI

Si parla sempre più spesso di tensioni fra insegnanti e famiglie degli alunni, con i docenti che non di rado sono costretti a rivolgersi in tribunale per l’eccesso di livore e per i comportamenti fuori le righe dei genitori. Ma anche i rapporti tra i genitori di diversi allievi non sono sempre idilliaci. Eì decisamente indicativo quello che è accaduto il 19 maggio ad Andria, in Puglia, dove si è sfiorata la tragedia.

L’accesa discussione

Due uomini, che avevano espresso pareri discordanti, hanno cominciato a discutere e litigare fuori i cancelli della scuola primaria dei loro figli, in orario di fine lezioni; quando le parole sono diventate pesanti e i toni si sono accesi, uno dei due si è recato nella sua auto e ha preso un’ascia.

Icotea

A quel punto, con l’ascia in mano, si è diretto con fare minaccioso verso l’altro genitore.

L’intervento provvidenziale

Proprio in quel momento, però, è fortunatamente intervenuta una agente della polizia municipale che era sul posto per regolare il traffico all’uscita degli alunni dall’istituto scolastico.

La vigilessa ha anche prontamente chiamato i rinforzi e i due uomini sono stati identificati. Il vibrante litigio è stato segnalato pure all’autorità giudiziaria.

Figli presi a botte per i voti bassi

Di genitori violenti si è parlato solo pochi giorni fa. A causa dei brutti voti presi dai figli (16 e 12 anni), una coppia indiana di Pavia è finita alla sbarra: ogni volta che i genitori venivano a conoscenza di un’insufficienza, scattavano le botte per entrambi i figli. E le percosse erano davvero pesanti: metodi violenti come frustrate e colpi di scopa, sopportati per lungo tempo dai ragazzini fino alla denuncia e alla risoluzione della vicenda in Tribunale.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook