Home Personale Giannini riferisca in aula sul caso di omofobia di Assisi

Giannini riferisca in aula sul caso di omofobia di Assisi

CONDIVIDI
  • Credion

 

Questa la richiesta del senatore del Partito Democratico Sergio Lo Giudice e di altri 25 senatori di diverse forze politiche al Ministro dell’Istruzione.  

Il caso del ragazzo di Assisi che sarebbe stato insultato con frasi omofobe e picchiato dall’insegnante arriva in Senato con un’interrogazione parlamentare in cui si chiedono chiarimenti alla titolare del MIUR, sottoscritta da Sergio Lo Giudice, Silvana Amati, Laura Cantini, Valeria Cardinali, Vannino Chiti, Monica Cirinnà, Vincenzo Cuomo, Erica D’Adda, Rosa Maria Di Giorgi, Laura Fasiolo, Marco Filippi, Valeria Fedeli, Maria Grazia Gatti, Maria Cecilia Guerra, Josefa Idem, Carlo Lucherini, Andrea Marcucci, Marino Germano Mastrangeli, Donatella Mattesini, Maria Mussini, Luis Alberto Orellana, Francesco Palermo, Carlo Pegorer, Lucrezia Ricchiuti, Gianluca Rossi, Maria Spilabotte.

Icotea

“Chiediamo in particolare di sapere se risponda al vero che il primo provvedimento preso dalla scuola sia stato il trasferimento ad altra sezione del ragazzo: sarebbe un gesto inspiegabile di colpevolizzazione della vittima di un episodio di bullismo istituzionale, se dovessero essere confermate le notizie apparse sula stampa.” “Chiediamo inoltre quali azioni concrete il MIUR abbia in programma per attuare l’asse Educazione e Istruzione della “Strategia nazionale per la prevenzione ed il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere” – spiega Lo Giudice – e se il Ministro non ritenga necessario sostenere un’azione di formazione dei docenti e degli altri operatori scolastici sul tema del contrasto alle discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere oltre che sulle altre condizioni personali più frequentemente oggetto di pregiudizio, discriminazione e atti di bullismo.”