Home Attualità Giovani e lavoro, in arrivo il curriculum digitale: si accederà tramite Spid

Giovani e lavoro, in arrivo il curriculum digitale: si accederà tramite Spid

CONDIVIDI
  • GUERINI

In arrivo una vera e propria rivoluzione nel mondo del lavoro: il curriculum digitale.

La notizia è riportata dall’On. Tuzi, portavoce del MoVimento 5 Stelle, che ha annunciato la realizzazione di un portale pubblico statale nel quale, attraverso l’utilizzo della Spid, verrà data una certificazione effettiva, garantita dallo Stato, alle competenze personali. In questo modo, imprese ed enti pubblici saranno agevolati nella ricerca e selezione del personale maggiormente qualificato per le mansioni che vengono richieste.

Icotea

L’obiettivo è quello di facilitare l’incontro tra la domanda e offerta di lavoro attraverso un sistema pubblico gestito dallo Stato.

Diremo finalmente addio ai CV autodichiarati che generano la necessità di verificare l’esattezza e la veridicità di quanto riportato e delle competenze e capacità dichiarate, superiamo anche il sistema delle piattaforme social private, basato su like, interazioni o sponsorizzazioni a pagamento” ha detto Tuzi.

Con un portale pubblico statale – continua – saremo inoltre, capaci di capire – attraverso le analisi dei macro dati aggregati- quali settori necessitano di maggiori investimenti nella formazione di personale e quali no, dando così un maggiore ed efficace indirizzo agli investimenti pubblici, riusciremo ad intervenire meglio e più rapidamente sulle future politiche attive per il lavoro. Anche a livello territoriale questo sistema permetterebbe di progettare e geolocalizzare, attraverso i dati aggregati delle competenze certificate (es competenze digitali) e delle esperienze lavorative, i territori che necessitano di investimenti maggiori. Ciò potrebbe rappresentare il futuro della politica nazionale, regionale e locale che, con mirati investimenti sul territoriali e settoriali, ridurrebbe al minimo gli sprechi e gli avanzi di bilancio. Capiremo, così, con anticipo la direzione del mercato del lavoro in alcune zone del paese riuscendo ad intervenire efficacemente con investimenti specifici che puntino al maggior assorbimento possibile della forza lavoro“.

L’istituzione del Curriculum digitale rappresenta il primo passo verso la creazione di un ecosistema dedicato ai giovani, per agevolare il mercato del lavoro e consentire ai nostri giovani di costruirsi un futuro dignitoso in questo paese” conclude l’On Tuzi.