Home Attualità Gite scolastiche, occhio a idoneità del conducente e del veicolo

Gite scolastiche, occhio a idoneità del conducente e del veicolo

CONDIVIDI

Fanno bene Miur e Polizia a tenere alta la guardia sulle gite scolastiche: condotta del conducente e alla idoneità del veicolo sono prerequisiti fondamentali.

A sostenerlo è il Moige, il movimento nazionale che agisce a tutela dei genitori, il quale torna ad apprezzare l’iniziativa “Gite scolastiche in sicurezza”, nata un anno fa dall’impegno congiunto tra il Ministero dell’Istruzione e la Polizia di Stato, per consentire di aumentare gli standard di sicurezza del viaggio in occasione delle gite.

Icotea

I controlli realizzati, del resto, dimostrano che i controlli servono: nel 2015, la Polizia Stradale, nell’ambito delle operazioni di controllo del trasporto professionale di persone, ha controllato 7.017 veicoli. In ben 2.464 casi sono state riscontrate delle infrazioni.

“La sicurezza dei nostri ragazzi e del trasporto scolastico in occasione dei viaggi d’istruzione non può che essere il primo pensiero di ogni genitore”, ha detto Maria Rita Munizzi, presidente nazionale Moige, movimento italiano genitori.

 

{loadposition bonus_1}

 

“La tutela dei minori è un atto di responsabilità collettiva che – continua – e deve essere condivisa da genitori, istituzioni e operatori. La sinergia delle Istituzioni, che con questa iniziativa mostrano una spiccata sensibilità in relazione alla tematica, è particolarmente apprezzabile, favorendo il raggiungimento del comune obiettivo di garantire ai giovani la possibilità di imparare e divertirsi, viaggiando in sicurezza”.

“Gite scolastiche in Sicurezza” diffonde in modo omogeneo, su tutto il territorio nazionale, progetti già sperimentati con esito positivo in diverse province italiane. L’attenzione è posta alle principali norme sul trasporto collettivo mediante noleggio con conducente di autobus, con particolare riferimento alla condotta del conducente e alla idoneità del veicolo.

Nell’ambito del protocollo d’intesa firmato dai ministeri dell’Istruzione e dell’Interno, il 5 gennaio dello scorso anno sono state fornite informazioni utili riassunte nel vademecum elaborato dalla Polizia Stradale. Si tratta di informazioni basilari sulla scelta e la regolarità delle imprese di trasporto, sull’idoneità del conducente e sulle condizioni generali dei veicoli.

 

{loadposition facebook}