Home Personale Gli adempimenti per le scuole prima delle elezioni RSU

Gli adempimenti per le scuole prima delle elezioni RSU

CONDIVIDI

Il 28 novembre l’Aran ha pubblicato due circolari:

Entrambe le circolari sono rivolte a tutte le amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165 del 2001, quindi devono intendersi ricomprese anche le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Prima di poter effettuare qualunque adempimento nei confronti dell’Aran, è necessario che le amministrazioni siano accreditate all’interno dell’area riservata. L’accreditamento avviene esclusivamente attraverso il sito dell’Aran (www.aranagenzia.it).

ICOTEA_19_dentro articolo

Dopodiché si deve procedere, entro il 20 gennaio 2015, con la registrazione del Responsabile Legale dell’Ente (RLE). A tale proposito, una raccomandazione interessa in particolare le scuole: infatti, l’Aran precisa che, in merito all’accreditamento del responsabile legale, al fine di evitare continue modifiche dello stesso, si consiglia di registrare come RLE il soggetto funzionalmente preposto alla gestione del personale, soprattutto qualora l’ente sia soggetto a frequenti variazioni del rappresentante legale (es. istituzioni scolastiche). In tal caso, il dipendente designato per l’accreditamento deve essere in possesso, per delega o funzione ricoperta, dei poteri necessari ad impegnare l’amministrazione.

Ricevute le chiavi d’accesso, il RLE, nei tempi previsti, dovrà effettuare le seguenti operazioni:

  • tra il 13 ed il 23 marzo 2015 le amministrazioni dovranno inviare all’Aran i verbali elettorali. La trasmissione avverrà in via telematica, utilizzando l’apposito applicativo “Verbali RSU” disponibile nell’Area riservata alle Pubbliche amministrazioni;
  • attraverso la “Procedura Unica di invio della contrattazione integrativa” dovranno essere trasmessi i contratti integrativi, che saranno spediti contemporaneamente ad Aran e Cnel, assolvendo con un unico invio agli obblighi previsti dall’articolo 40, comma 5, del d.lgs. 165/2001. Quindi, dalla data di apertura della nuova procedura, che sarà comunicata con adeguato anticipo, cesserà la possibilità di inviare i contratti integrativi e la relativa documentazione attraverso PEC o e-mail.

CONDIVIDI