Home Personale Global Teacher Prize 2019: la vincitrice 2018 invita alla partecipazione

Global Teacher Prize 2019: la vincitrice 2018 invita alla partecipazione

CONDIVIDI

Andria Zafirakou, vincitrice a Marzo del Varkey Foundation Global Teacher Prize 2018, il premio “Nobel” per insegnanti da un milione di dollari, invita i docenti italiani ad iscriversi all’edizione 2019.

Il premio, giunto alla quinta edizione, è il più importante nel settore.

Le nomine possono essere presentate su www.globalteacherprize.org, entro domenica 23 settembre 2018. Tra gli iscritti al Global Teacher Prize 2019 ne verranno selezionati 50 entro dicembre 2018 e a febbraio 2019 i 10 finalisti.

Come si sceglie il vincitore

Tra questi, la Global Teacher Prize Academy, costituita da personalità di rilievo, sceglierà il vincitore. Gli insegnanti selezionati parteciperanno alla cerimonia di premiazione che si svolgerà a Dubai il 24 Marzo 2019 nell’ambito del Global Education and Skills Forum.

In mezzo alla notizia

Tutti possono partecipare

La competizione è aperta a tutti gli insegnanti, indipendentemente dal tipo di scuola e dal Paese in cui si trovano, nel rispetto delle leggi locali, che attualmente lavorano con bambini tra i 5 e i 18 anni, o che frequentano la scuola dell’obbligo.

Possono partecipare anche insegnanti che lavorano con bambini di almeno 4 anni in programmi per la prima infanzia riconosciuti dal governo, così come quelli che lavorano part-time e che impartiscono corsi online. Gli insegnanti devono dedicare all’insegnamento almeno 10 ore a settimana e devono avere intenzione di continuare ad esercitare la professione per almeno altri 5 anni.

La vincitrice: segnalate i vostri prof

La vincitrice dell’anno scorso si rivolge anche a genitori e studenti, affinché nominino l’insegnante che più li ha saputi ispirare.

«Vorrei incoraggiare gli insegnanti italiani a candidarsi – raccomanda  Andria – a farsi avanti per aiutare a mettere in luce e celebrare il grande lavoro che compiono per preparare i giovani ad un futuro oggi imprevedibile. Inoltre invito tutti, dai politici ai genitori, a sostenere gli insegnanti. Dopotutto, se la prossima generazione dovrà essere in grado di affrontare le colossali sfide che la aspettano, in un mondo reso ancora più incerto dai grandi cambiamenti tecnologici in atto, avrà bisogno della migliore istruzione possibile, e quindi di insegnanti validi. Vincere il Global Teacher Prize 2018 è stata un’esperienza che mi ha cambiato la vita. Ma, aspetto ancora più importante, mi ha aiutato a puntare i riflettori sull’importanza vitale del rispetto verso gli insegnanti, e ha portato alla luce le ammirevoli storie di migliaia di colleghi in tutto il mondo. Mi ha inoltre consentito di aiutare a promuovere iniziative per cambiare la vita degli studenti nel mio paese, sostenendo il potere trasformativo delle arti nelle nostre scuole».

Gli Italiani

Dal 2015, sono stati cinque gli insegnanti italiani selezionati tra i finalisti del Global Teacher Prize, divenuti ambasciatori della Varkey Foundation:

  • Lorella Carimali, insegnante di matematica presso il Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto di Milano è stata scelta tra i finalisti di quest’anno; la selezione è stata compiuta tra oltre 30.000 nominati e candidati di 173 paesi in tutto il mondo.
  • Armando Persico, che insegna Imprenditorialità presso l’istituto professionale della Fondazione Ikaros di Bergamo, è stato tra i finalisti nel 2017.
  • Barbara Riccardi, insegnante presso l’Istituto Comprensivo Via Frignani di Roma è stata selezionata nel 2016.
  • Daniela Boscolo, un’insegnante di sostegno presso l’ITSE C. Colombo di Porto Viro
  • Daniele Manni, che insegna informatica presso l’Istituto Galilei Costa di Lecce entrambi tra i finalisti nel 2015.