Home Personale I vescovi ringraziano agli insegnanti di religione

I vescovi ringraziano agli insegnanti di religione

CONDIVIDI

Una Lettera agli insegnanti di religione cattolica è stata inviata dalla Commissione episcopale per l’educazione cattolica in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico e, anche, dell’entrata a pieno regime dell’Intesa Cei-Miur firmata nel 2012, che «porta a compimento un processo pluridecennale della Chiesa, voluto per assicurare un livello di eccellenza alla formazione degli insegnanti stessi».

Infatti la percentuale dell’87,9% di studenti che sceglie l’ora di religione è una sorta di una sfida vinta il cui merito va agli stessi docenti che hanno permesso alla materia di acquisire «il carattere insieme scolastico e confessionale».

Icotea

 

{loadposition carta-docente}

 

La Lettera dei vescovi italiani, riporta L’Avvenire, nella sua prima parte affronta il ruolo dei docenti e il contributo che hanno dato in questi ultimi trent’anni proprio per raggiungere questi obiettivi. La seconda parte, invece, prende in esame il ruolo dei vescovi. «Avvertiamo la responsabilità di continuare ad assicurare il sostegno istituzionale teso a rafforzare la vostra presenza nella scuola – si legge nel testo – rinnovando l’invito a tenere viva la passione educativa e ad accrescere la qualità scolastica e professionale».

L’invito dei vescovi è chiaro: «è di massima importanza che ciascuno di voi pervenga ad una collaborazione nella vita della comunità ecclesiale», anche perché «il vostro è un servizio eccelso e ineguagliabile valore al futuro dell’umano e della fede dei ragazzi che vi sono affidati». Anche per questo motivo, scrivono i vescovi, «non pensate mai che il vostro lavoro sia inutile o sprecato, nemmeno nei momenti di maggior fatica o delusione».