Home Archivio storico 1998-2013 Generico Il 5 giugno l’Eden day: per un uso più responsabile della rete

Il 5 giugno l’Eden day: per un uso più responsabile della rete

CONDIVIDI
  • Credion
Una giornata dedicata ad un più uso responsabile della rete da parte dei giovani e all’educazione didattica per la e-navigation: l’evento costituisce la giornata conclusiva dell’ Eden day, un progetto promossodalla Commissione Europea ed incentrato su una serie di appuntamenti pubblici (perlopiù in internet) nati apposta per richiamare l’attenzione sull’uso consapevole da parte dei giovani della rete e dei nuovi mezzi di comunicazione. L’appuntamento è fissato per martedì 5 giugno dalle 11.00, quando studenti e insegnanti potranno assistere on line al filmato realizzato sul tema dai ragazzi dell’Istituto tecnico industriale statale ‘Pascal’ di Roma. Terminata la proiezione, avrà inizio il dibattito nelle classi e la discussione nelle aule virtuali.
Il progetto Eden, acronimo di Educazione didattica per la e-navigation, fa parte del Safer Internet programma dalla DG Information society and media della Commissione europea, ed è coordinato dall’Area della Ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Tor Vergata: il primo interlocutore del progetto non poteva che essere il mondo della scuola, attraverso il coinvolgimento di alunni ed insegnanti. “Nel corso dell’anno scolastico che si sta concludendo – spiega il coordinatore dell’iniziativa Luca Pitolli, dell’Istituto dei sistemi complessi (Isc) del Consiglio nazionale delle ricerche di Roma – sono stati realizzati nove eventi, con risultati molto significativi: la rete iniziale formata da tre scuole è giunta a comprendere 30 istituti distribuiti sul territorio nazionale, alcuni con il ruolo di scuole capofila. Tanti i collegamenti in diretta durante le più di 150 sessioni, come pure gli accessi agli eventi, circa tremila tra ottobre 2006 e maggio 2007”.

Molte anche le visite al sito web del progetto Eden (oltre 310.000 accessi) e al portale www.saferinternet.it (260.000 accessi). Per quanto riguarda l’attività nelle tre classi virtuali, sempre nello stesso periodo, risultano complessivamente circa 200.000 connessioni. Tra i contenuti proposti negli eventi pubblici, ‘Il mondo delle chat’, ‘Internet come risorsa per studio e ricerca’ e ‘La protezione della privacy in rete’. Sono stati inoltre costituiti team di insegnanti per l’elaborazione della documentazione pubblicata sul sito del progetto (http://eden.saferinternet.it). L’iniziativa ha dato vita a numerose collaborazioni, tra le quali quelle con i ministeri delle Comunicazioni e della Pubblica istruzione, Telefono Azzurro e l’Adiconsum. Con l’Istituto degli Innocenti di Firenze è stato siglato un accordo per la promozione di percorsi didattici. Di recente, è stata avviata un’intesa  con la Cassa di Risparmio di Firenze per adottare le piattaforme on-line sviluppate da Eden nell’ambito del progetto “Le chiavi della città”. 
Gli appuntamenti con i ragazzi riprenderanno dal mese di settembre.