Home Concorsi Il concorso a Ds in Campania rimane in stallo

Il concorso a Ds in Campania rimane in stallo

CONDIVIDI

L’Ufficio scolastico della Campania si trova nelle condizioni di subire pressanti richieste contrapposte, provenienti dai candidati aspiranti presidi che vorrebbero uscire da una situazione di stallo che dura da diversi mesi.
Infatti, sul sito web de “Il Mattino.it” si legge: “Moltissimi candidati si sono scagliati contro l’ufficio scolastico regionale. va detto che la Procura ha sequestrato buona parte della documentazione, compresi i registri delle commissioni, il che in termini pratici significa che i titoli comunque non possono essere valutati.

Il Direttore scolastico regionale ha avuto due diffide. Una da parte di un avvocato del foro di Salerno incaricato da 100 concorrenti di tutelare la loro posizione e quindi accelerare la pubblicazione della graduatoria provvisoria. Un altro gruppo ha sempre promosso una diffida per l’opposto, fermare tutto nell’attesa della magistratura. Nel mezzo, una lettera aperta al ministro firmata da circa 80 persone e che punta, anche in questo caso a rendere nota la graduatoria provvisoria.

Icotea

La lettera verrà consegnata al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, il prossimo 7 maggio quando verrà a Napoli, nella speranza che si possa sbloccare la situazione”. Si ricorda che il 24 febbraio 2014 “Il Sole 24 Ore”, riferendosi allo stesso concorso per Dirigenti scolastici svolto in Campania, scrisse: “l’ufficio giudiziario partenopeo ipotizza l’esistenza di una vera e propria organizzazione in grado di condizionare con mezzi illeciti tutti i settori della pubblica amministrazione che ricadono nell’ambito dell’Ufficio scolastico della Campania”.

Il pm parla esplicitamente di “associazione” i cui componenti agiscono, con “assoluta determinazione”, per “condizionare” gli esiti di una selezione pubblica che ora, proprio a seguito dell’intervento dell’autorità giudiziaria, è stata congelata“.