Home Archivio storico 1998-2013 Generico Il Ministero riformato

Il Ministero riformato

CONDIVIDI
  • Credion


Sono state definitivamente approvate le norme che regolano la nuova organizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione. Le innovazioni sono state fissate col decreto del Presidente della Repubblica n. 347 del 6 novembre 2000, pubblicato sulla G.U n. 277 del 27/11/2000. L’attuale edizione del Regolamento, che ha ottenuto il placet del Consiglio dei Ministri, ha apportato ampie modifiche in seno alla organizzazione del Ministero. E’ stata stralciata tutta la parte riguardante l’organizzazione dell’Ufficio di gabinetto e degli altri uffici a diretta dipendenza del Ministro. Di conseguenza l’articolazione del provvedimento contiene appena nove articoli: la metà rispetto alle precedenti edizioni.

Eliminata la parte riguardante l’Ufficio di Gabinetto, dell’Ufficio legislativo e del Controllo interno, che tanto aveva impressionato l’opinione pubblica per la dovizia di personale e di funzioni che assorbiva tale da far apparire tutto il resto superfluo, rimane in piedi l’articolazione del Ministero in due grandi Dipartimenti e tre Servizi di supporto, a livello centrale, e la costituzione di 18 uffici scolastici regionali a livello di Direzione generale.