Home Archivio storico 1998-2013 Generico Il ministro Moratti ed i romanzi

Il ministro Moratti ed i romanzi

CONDIVIDI
webaccademia 2020

I Ministri della scuola italiana non finiscono mai di stupire con proposte estemporanee.
Aveva iniziato anni addietro Rosa Russo Jervolino, Ministro dell’allora Pubblica Istruzione, che aveva proibito l’ingresso a scuola  di "Lupo Alberto", un album a fumetti che aveva solo la pretesa di aiutare gli insegnanti a spiegare ai loro alunni il mistero della nascita dell’uomo, ovvero l’educazione sessuale.

Come finì è fin troppo noto: nessuna scuola, nessuna rivista scolastica, nessuna associazione professionale, nessun sindacato ebbe il coraggio di dire che i Ministri non possono, né debbono, proibire, o suggerire  l’adozione di sussidi scolastici. Tale era, infatti, "Lupo Alberto".

Oggi si pone sulla stessa linea Letizia Moratti, Ministro del Miur che parlando a Bagnaia con i giornalisti, ha rivelato la sua intenzione di istituire una commissione di scrittori ed esperti con l’incarico di segnalare 20 testi di narrativa italiana ai ragazzi di tutte le scuole italiane. Ha aggiunto che sarà una commissione non solo "ampia", ma pure "autorevole".
Ha spiegato che la sua iniziativa intende aiutare "la crescita dei ragazzi stimolando la riflessione attraverso i grandi valori proposti dalla narrativa". Ha aggiunto che "ci sono troppe informazioni in giro, mentre manca ai giovani la possibilità di riflettere". Ha concluso augurandosi che "l’iniziativa di segnalare venti romanzi possa aiutare a costruire la personalità dei ragazzi nella fase di crescita. Ritengo infatti il libro strumento prezioso per capire e vivere le proprie emozioni".
Una concorrenza, non proprio leale, a "La Repubblica" e a "Il Corriere della Sera" che, rispettivamente con i cinquanta  ed i trenta libri, gadget periodici delle loro edizioni, stanno cercando di avvicinare gli italiani alla lettura?

Ne sapremo di più molto presto: il Miur, infatti, avrà, alla Fiera del Libro di Torino, dal 16 al 20 maggio, un suo spazio espositivo al cui interno terrà una Tavola Rotonda su "A scuola di lettura" e gli "Incontri d’autore al gazebo", spazio di discussione per docenti e di animazione per gli studenti. Un occasione, insomma, per capire meglio la proposta del Ministro.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese