Home Mobilità Il Miur apra ai docenti del Sud: lettera della Regione Abruzzo

Il Miur apra ai docenti del Sud: lettera della Regione Abruzzo

CONDIVIDI

Dopo l’incontro tra Miur e sindacati sui trasferimenti e le assegnazioni provvisorie, l’assessore alle politiche sociali della Regione Abruzzo, ha preso carta e penna e ha scritto al ministero dell’istruzione per contrastare la riduzione dei tagli alle Scuole del Sud.

 

{loadposition carta-docente}

ICOTEA_19_dentro articolo

 

“Accolgo con soddisfazione la notizia- scrive l’assessore al ramo- sulle assegnazioni provvisorie arrivata ieri dal Miur ma siamo ancora lontani da quello che bisogna garantire alle scuole del Sud. Il ripensamento dei tagli agli organici  la trasformazione dei posti in deroga sul sostegno in posti di diritto e un piano di rientro definitivo dei docenti titolari fuori Regione per scongiurare l’emergenza sociale delle famiglie del meridione: questo è quello di cui abbiamo bisogno senza mezze misure. Le assegnazioni provvisorie pur se concesse a tutti in deroga al vincolo triennale, rappresentano comunque un provvedimento momentaneo che non garantisce il rientro di moltissimi docenti a causa dei tagli operati. Per dare un’idea, saranno almeno 200 i docenti che resteranno fuori dalle assegnazioni provvisorie, quindi circa la metà e perciò ho già scritto nuovamente al Ministero.”

News_2017-06-22_LetteraScuoleDelSUD.pdf