Home Attualità Il Papa: con la follia della guerra si torna a crocefiggere Cristo,...

Il Papa: con la follia della guerra si torna a crocefiggere Cristo, profughi che fuggono dalle bombe coi bambini in braccio

CONDIVIDI

Con la follia della guerra in Ucraina si torna a crocifiggere Cristo, costringendo tante madri a piangere mariti e figli e rubando il futuro a moltissimi bambini. Lo ha detto Papa Francesco nella Domenica delle Palme.

“Quando si usa violenza – ha detto non si sa più nulla su Dio, che è Padre, e nemmeno sugli altri, che sono fratelli. Si dimentica perché si sta al mondo e si arriva a compiere crudeltà assurde. Lo vediamo oggi nella follia della guerra, dove si torna a crocifiggere Cristo”.

Icotea

Tanti giovani senza futuro

“Sì, Cristo è ancora una volta inchiodato alla croce nelle madri che piangono la morte ingiusta dei mariti e dei figli. È crocifisso nei profughi che fuggono dalle bombe con i bambini in braccio. È crocifisso negli anziani lasciati soli a morire, nei giovani privati di futuro, nei soldati mandati a uccidere i loro fratelli”.

Il riferimento di Papa Francesco è quindi anche ai bambini e ragazzi a cui si sta negando una crescita serena, in famiglia e frequentando la scuola.

A questo proposito, sono oltre 10mila i giovani ucraini che hanno raggiunto il nostro Paese.

Oltre 10mila alunni ucraini in Italia

Pochi giorni fa, il ministro Patrizio Bianchi ha detto che “nei pensieri di tutti noi vi è l’Ucraina ma il mondo negli ultimi 75 anni è stato in guerra, in Afghanistan e al di là dell’Adriatico”.

“Oggi la guerra si presenta con i volti dei bambini che arrivano: 10.064 sono inseriti nelle nostre scuole di cui 1.000-1.500 nelle scuole paritarie, ancora una volta mostrando la unitarietà del sistema educativo nazionale”, ha concluso il ministro.

Select the widget you want to show.

Select the widget you want to show.

Select the widget you want to show.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook