Home Alunni Il premio “Uno, nessuno e centomila” agli studenti ad Agrigento

Il premio “Uno, nessuno e centomila” agli studenti ad Agrigento

CONDIVIDI
  • Credion

Il primo giugno ad Agrigento studenti da ogni parte del mondo si daranno appuntamento per la Premiazione del Concorso “Uno, nessuno e centomila”, in occasione del 150° della nascita di Luigi Pirandello. All’insegna del binomio Cultura e Accoglienza sarà consegnato il terzo premio ad una scuola che accoglie ragazze rifugiate provenienti da Aleppo, il premio “Sicilia nel cuore” ad uno studente di Istanbul di origini siciliane, che è anche un pianista fuori del comune, il quale in “Lumìe di Sicilia” ha raccontato l’attaccamento alla sua terra; infine, il premio speciale “Multiculturalità” ai ragazzi del Liceo Amaldi di Barcellona per aver reso drammaturgicamente la vacuità di alcuni stereotipi culturali.

Il primo Premio “Uno, nessuno e centomila” per il miglior corto teatrale è andato a Elvira Giuditta La Mattina del Liceo classico annesso al Convitto Falcone di Palermo che con il suo “Leonora addio!” ha convinto la Commissione istituita al Miur e coordinata dal prof. Giuseppe Zambito, dell’Ufficio di diretta collaborazione della Ministra Valeria Fedeli.

Icotea

 

{loadposition carta-docente}

 

Secondo posto, invece, per un gruppo di studenti dell’Educandato Statale Liceo “Agli Angeli” di Verona per il loro “Di sera un geranio”; terzi, pari merito, il Liceo Statale “Fakhr el Dine” per le Giovani Ragazze di Beirut, Libano, con “La patente della vita”, e Carmine Laudato del Liceo classico Statale Pietro Colletta di Avellino con “Tu ridi”.