Home Estero Il prof la stupra e i genitori lo picchiano

Il prof la stupra e i genitori lo picchiano

CONDIVIDI
  • Credion

Consapevoli che la Giustizia fosse troppo lenta, mentre loro erano toppo inferociti, prima ancora di denunciarlo gli hanno teso una trappola per poi picchiarlo a malo modo e quindi spogliarlo per lasciarlo al pubblico ludibrio. 

Questo il destino toccato a Li, un professore della Weixian Number 1 Middle School, di Wei County, in Cina, che è stato pestato dai genitori di una ragazza che aveva accusato l’uomo di averla stuprata.

Icotea

Secondo il People’s Daily On line, la giovane avrebbe raccontato alla famiglia di essere stata approcciata dal prof che dopo l’ha sbattuta in un angolo e ha abusato sessualmente di lei.

A quel punto i familiari non ci hanno pensato due volte e, prima di denunciarlo, hanno preferito vendicarsi da soli: il 9 agosto lo hanno sorpreso, picchiato e abbandonato nudo in una strada a nord della città. L’uomo, senza vestiti, è stato ripreso da alcuni passanti che hanno immortalato la scena con alcuni cellulari e hanno pubblicato il video on line: le immagini, adesso, stanno facendo rapidamente il giro del mondo.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

La polizia sta indagando sul caso: Li, rimasto ferito nell’attacco, è stato intercettato da alcuni agenti e trasportato in ospedale.

Il personale della scuola ha confermato che l’insegnante lavora nell’istituto da alcuni anni: «Non ci sono precedenti di questo genere – hanno detto dall’istituto – le valutazioni scolastiche degli alunni di Li sono buone».

Non è il primo caso di violenza sessuale all’interno di una scuola cinese: a marzo di quest’anno, Huo, insegnante 30enne di Lingshan County, ha tentato di stuprare una studentessa. A fermare la violenza è stato un gruppo di professori attirati dalle urla disperate della ragazza che, dopo essere stata afferrata, è stata trascinata in un angolo in pieno giorno per essere abusata sessualmente.