Home Estero In Austria vince il verde Van der Bellen

In Austria vince il verde Van der Bellen

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Van der Bellen ha vinto in Austria con un margine più ampio rispetto al precedente ballottaggio del 22 maggio:  “una giornata storica”, ha detto il neo eletto perché, per la prima volta nella storia dell’Austria, sulla poltrona più importante del Paese siede un verde.

“La mia convinzione – ha detto il neo presidente federale, che si insedierà a gennaio per 6 anni – è che l’Austria è un grande Paese, che ha dato tanto in passato e lo farà anche in futuro”.

Battuto il partito dell’estrema destra di Norbert Hofer che però si è congratulato con l’avversario per la sua “vittoria” alle elezioni presidenziali e ha invitato “tutti gli austriaci a lavorare assieme”.

ICOTEA_19_dentro articolo

 

{loadposition eb-ds-comunicatore}

 

Hanno votato per il neo eletto presidente soprattutto le donne e i giovani. Le donne hanno dato per il 62% la loro preferenza a Van der Bellen, per il 38% a Hofer. Fra i giovani, la percentuale per il 72enne candidato verde è stata del 58%, il 42% ha dato il suo voto al 45enne dell’estrema destra populista. Percentuali quasi identiche nella fascia di età intermedia, di nuovo nettamente a favore di Van der Bellen tra gli over-60.

L’affluenza alle urne è stata del 64,56%, la partecipazione complessiva al voto, comprensiva di quello per posta, del 74%. Superiore dunque al ballottaggio del 22 maggio, quando fu del 72,65%.

L’Europa più sinceramente democratica emana dunque un sospiro di sollievo dopo l’avanzata delle destre estreme e in Austria il pericolo che Hofer potesse vincere, ingrossando il numero delle Nazioni propense alla chiusura verso il mondo, era tangibile ma alla fine ha prevalso il popolo dell’accoglienza e della tolleranza. 

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese