Home Personale In Lombardia mancano 500 fra tecnici e bidelli

In Lombardia mancano 500 fra tecnici e bidelli

CONDIVIDI

“L’avvio dell’anno scolastico è in salita. Oltre ai professori di matematica e agli insegnanti di sostegno mancano i bidelli e il personale tecnico amministrativo: ne chiediamo almeno 500 in più”: Il Giorno riporta l’allarme lanciato dai sindacati che, dopo l’ultima riunione all’Ufficio scolastico regionale, hanno presentato un documento unitario

Il Ministero dell’Istruzione quest’anno ha assegnato alla Lombardia 239 posti in più rispetto all’anno scolastico 2016-2017: l’organico di fatto del personale tecnico amministrativo per il 2017/18 conta quindi 29.537 posti, ma risultano iscritti circa 4.000 alunni in più rispetto al 2016/17.

Icotea

Anche a Milano la situazione è complicata: «Dei 239 posti in più, ne sono stati assegnati 51 alle scuole milanesi e 19 a Monza, di fatto, solo per la città ne servirebbero 250. Non si riesce a garantire la sicurezza se mancano collaboratori scolastici e, se la situazione non cambia, si potrebbero presentare problemi amministrativi nelle segreterie per l’avvio dell’anno scolastico».

 

{loadposition carta-docente}

 

 

Sono all’orizzonte, nel frattempo, anche gli aggiornamenti delle graduatorie per il personale Ata, che dovrebbero chiudersi entro il 31 agosto: «Abbiamo chiesto -dicono i sindacati-  una proroga al 30 settembre ma anche su questo non abbiamo ancora indicazioni e comunque, se la legge di stabilità del 2015 non permette di sostituire chi è in malattia o in maternità, che senso ha aggiornare oggi le graduatorie? I candidati ci sarebbero già».

 

Ma in Lombardia mancano 451 segretari, mentre un terzo delle scuole milanesi avranno presidi chiamati a fare reggenze