Home Archivio storico 1998-2013 Generico Incarichi di presidenza, emanata l’O.M.

Incarichi di presidenza, emanata l’O.M.

CONDIVIDI

Il nuovo testo, che integra quello precedente, è stato diffuso il 1° marzo e garantisce il diritto di precedenza assoluta ai presidi incaricati con anzianità almeno triennale, limitatamente ai casi in cui si debba procedere al conferimento di nuovi incarichi, per l’anno scolastico 2000/2001. Il termine per la presentazione delle domande è il 14 maggio.
Non è stata invece recepita la proposta delle maggiori organizzazioni sindacali riguardante la introduzione dell’obbligo dell’incarico di presidenza in tutti gli istituti comprensivi in cui risulti vacante il posto di dirigente. In quest’ultimo caso il Provveditore agli Studi, in relazione alla contingente situazione e secondo criteri di economicità e convenienza, può conferire sia la reggenza dell’istituzione scolastica a un direttore didattico, sia l’incarico di presidenza ad un docente di scuola secondaria di primo grado con le modalità previste dal presente articolo. Resta fermo l’istituto della reggenza nei circoli didattici, ancorché dimensionati (art. 5, comma 6). Non si dà luogo ad incarico di presidenza nei confronti di coloro che hanno conseguito il passaggio di ruolo. La nuova ordinanza dispone anche una semplificazione della disciplina dei ricorsi (art. 7).
Avverso le graduatorie, infatti, è ammesso reclamo, per errori materiali, al Provveditore agli Studi entro dieci giorni dalla pubblicazione delle graduatorie.

I Provveditori agli Studi procederanno alle eventuali rettifiche nel più breve tempo possibile. Gli aspiranti ad un incarico di presidenza, compresi coloro che sono in assegnazione provvisoria in Provincia diversa da quella di titolarità, debbono presentare domanda, in carta semplice nel periodo dal 12 aprile al 14 maggio direttamente al Provveditore agli Studi della Provincia in cui hanno la sede di titolarità al momento della presentazione della domanda.

CONDIVIDI