Home Mobilità Intervista a Chimienti (M5S): Deportazioni di docenti. Pronte nostre interrogazioni

Intervista a Chimienti (M5S): Deportazioni di docenti. Pronte nostre interrogazioni

CONDIVIDI

Si può definire violenza quella subita in questi caldi giorni di agosto dai docenti trasferiti a centinaia di chilometri lontano da casa?

Abbiamo rivolto sulla questione qualche domanda all’on. Silvia Chimienti del M5S

Docenti deportati: onorevole, si può davvero parlare di deportazione in riferimento ai recenti trasferimenti?

ICOTEA_19_dentro articolo

La violenza a cui sono sottoposti in questi giorni i docenti italiani è qualcosa di inaccettabile e le responsabilità sono tutte di questo sciagurato governo. Parliamo di insegnanti che stanno subendo la violenza di trasferimenti a centinaia di km da casa per poter insegnare e che ora sono scesi in piazza per far sentire la propria voce e la propria disperazione, come dimostra ciò che sta avvenendo a Napoli dove si sono addirittura verificati tafferugli.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

Quali azioni intende approntare il M5S dinanzi a questi ennesimi soprusi?

Con diverse interrogazioni, l’ultima a prima firma Manuela Serra, abbiamo denunciato al ministro Giannini numerose irregolarità e la totale mancanza di trasparenza nei trasferimenti dei docenti sia nella scuola primaria che in quella secondaria. Renzi e la Giannini non possono ignorare ciò che sta accadendo e la gravità di questa situazione.