Home Alunni Iscrizioni, come cambia “Scuola in chiaro”

Iscrizioni, come cambia “Scuola in chiaro”

CONDIVIDI

Il portale del Miur “Scuola in chiaro” rappresenta uno strumento fondamentale per consentire alle famiglie di orientarsi nella scelta delle scuole e dell’offerta formativa che esse propongono.

In vita delle prossime iscrizioni, l’applicazione è stata completamente rivista, sotto i profili tecnico, grafico e comunicativo.

Icotea

Tra le novità più rilevanti, illustrate con la nota prot. n. 4877 del 18 dicembre 2015, la possibilità di consultare il Rapporto di Autovalutazione (RAV), presente nella sezione “Autovalutazione”.

Inoltre, a partire da quest’anno, sono resi disponibili i criteri di precedenza per l’iscrizione, adottati dalla scuola con apposita delibera del Consiglio d’istituto nella previsione di richieste di iscrizione in eccedenza, e pubblicati sul modello personalizzato delle iscrizioni on line.

 

{loadposition bonus}

 

Le scuole dovranno curare l’aggiornamento delle informazioni relative ad esempio alla didattica, ai servizi offerti, ai libri di testo, e verificare la correttezza dei dati anagrafici della scuola (denominazione, indirizzo, recapiti telefonici). In caso di inesattezze, la correzione può essere effettuata esclusivamente nell’area “Gestione anno scolastico”.

Per le scuole secondarie di Il grado è importante procedere all’aggiornamento degli indirizzi di studio che, eventualmente, si intendono attivare per l’anno scolastico successivo (e per i quali si è chiesta esplicita autorizzazione), in aggiunta a quelli già esistenti che il sistema prospetta in automatico.

Infine, il Miur ricorda che da quest’anno le scuole devono inserire al SIDI – a partire dal 28 dicembre 2015 – il Piano Triennale dell’Offerta Formativa.

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola