Home Archivio storico 1998-2013 Generico Italiano per immigrati nella scuola

Italiano per immigrati nella scuola

CONDIVIDI
  • Credion

Con la collaborazione del Provveditorato agli Studi di Roma, venerdì 23 marzo 2001, L’Anils – Associazione Nazionale Insegnanti Lingue Straniere –  presso il Palazzo Wedekind di Piazza Colonna a Roma, organizza il Convegno dal titolo: "Italiano per immigrati nella scuola: una realtà da affrontare. Didattica, strategie, strumenti e suggerimenti".
I temi del seminario riguardano le scuole e i CTP di fronte agli immigrati con l’esperienza dell’Istituto Compresivo IC Esquilino e del 1° CTP di Roma, e la partecipazione del dirigente Bruno Cacco, una domanda alle istituzioni da parte degli Esperti in italiano L2, mediatori, facilitatori nella scuola pubblica in regime di autonomia e nei CTP  “Chi e Come”?
Si affronteranno i termini del problema: Insegnare lingua italiana come L2 e l’interculturalità. Un taglio operativo e formativo nel pomeriggio, quando si tratteranno "Le relazioni interpersonali e la comunicazione nella classe con immigrati", attraverso la metodologia dell’ ‘Arte di Comunicare’ dello scrittore Carlo Majello, come informare, formare ed educare con la teoria italiana per la comunicazione didattica del prof. Ragnetti, presidente dell’istituto Fattorello di Roma. La Lingua Italiana: un’efficace comunicazione nelle classi multiculturali come problema di tutti i docenti della dott. Ivana Fratter, collaboratrice esperta
linguistica e di Psicologia dell’affettività e corporeità: tecniche per il contatto con il se’ e l’altro nelle classi multiculturali con lo psicologo Domenico G. Bozza.

Per partecipare inviare necessariamente la scheda di partecipazione da richiedere almeno entro e non oltre il giorno 20 marzo 2001 via email: [email protected] oppure via Fax: 1782219452
Per informazioni:
Tel: 0333 5817982
www.anils.abramo.it

Icotea

" Parole comuni culture diverse, una comunicazione interculturale necessaria
nella scuola di oggi per saper valutare cosa sia formale o amichevole,
aggressivo o cortese, utile o superfluo con persone di lingua e cultura
differente dalla nostra e’ oggi diventato un problema sempre piu’
assillante" sia con adulti stranieri che con studenti delle medie superiori,
che con i bambini.
(nota prot. n. 4499 del 16
gennaio 2001) nel protocollo d’intesa del MPI ha sottoscritto per il
progetto di ricerca-azione inerente il reperimento e l’eventuale ideazione
originale di strumenti utili all’auto osservazione della propria prassi
didattica; membro della Fédération Internationale des Professeurs de Langues
Vivantes – organo consultivo dell’UNESCO, Presidenza Nazionale  Prof. P. E.
Balboni, della Facolta’ di lingue straniere, dipartimento di Scienze del
Linguaggio dell’ Universita’ Ca’ Foscari, ha organizzato il Convegno dal

titolo "Italiano per immigrati nella scuola: una realta’ da affrontare.
Didattica, strategie, strumenti e suggerimenti" a Roma, venerdì 23 marzo
2001, Palazzo Wedekind, P.zza Colonna.  Il seminario e’ pensato e rivolto a quanti si occupano di
comunicazione e scuola, a tutti i docenti, i dirigenti scolastici, personale
educativo e ispettivo, a coloro che operano per gli immigrati, a quanti
siano sensibili a tale realta’. Sara’ rilasciato attestato di
partecipazione. Esonero ministeriale richiesto. Durante la giornata saranno
esposti materiali didattici delle case editrici specializzate, con
possibilita’ di workshop ed illustrazione d’uso del materiale didattico
specialistico.
www.edscuola.it/stranieri.html www.provveditorato.roma.quipo.it