Home Archivio storico 1998-2013 Personale IX Convegno Internazionale Erickson: “La Qualità dell’integrazione scolastica e sociale”

IX Convegno Internazionale Erickson: “La Qualità dell’integrazione scolastica e sociale”

CONDIVIDI
  • Credion
Le tre sezioni plenarie e gli 84 workshop di approfondimento non deluderanno le aspettative, moltissime le tematiche affrontate durante le 3 giornate dedicate interamente alla scuola. Grande aspettativa viene riposta sull’argomento Bes (Bisogni Educativi Speciali), che da alcuni anni fa discutere chiunque si occupi di scuola; ed è sempre il confronto,come scambio costruttivo, quello che cerca il Centro Studi Erickson, per questo alla difficile tematica è stata dedicata la Tavola Rotonda: BisogniEducativi Speciali (Bes). La scuola dopo le direttive ministeriali.
Esperti del settore come Dario Ianes, Salvatore Nocera, Roberta Caldin, si confronteranno per riflettere sull’impatto che le norme sui Bes avranno rispetto a: raccordo tra la progettazione personalizzata e la programmazione di classe; clima d’aula; peso scolastico delle certificazioni sanitarie; formazione dei docenti; collegamento tra la scuola e le reti sul territorio.
Altro workshop molto atteso: Insegnanti bis-abili? L’evoluzione dell’insegnante di sostegno: innovazioni radicali e sviluppo del ruolo professionale. Carlo Scataglini, Dario Ianes, Andrea Canevaro e Paolo Fasce, apriranno un dibattito destinato acatturare l’attenzione del pubblico. La scuola è ancora centrata sulla lezione frontale,mentre le pratiche alternative, benché riempiano i libri di didattica, sono ancora pocodiffuse. Perché la goccia possa scavare la pietra occorre una mutua formazione, situata econcreta, ma implicita nell’operare.
L’argomento Dislessia e Dsa (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) troverà ampio spazio di approfondimento, segnaliamo in particolare tre worskhop particolarmente attuali e utili: Dislessia: interventi e attività metacognitive per la scuola; relatore Susi Cazzaniga.
Un’impostazione metacognitiva della didattica valorizza la capacità di pensare, di apprendere e di sostenere la motivazione all’apprendimento e all’autorealizzazione.
Adottando un approccio metacognitivo non ci si limita a trasmettere delle nozioni nuove o diverse, ma si insegna allo studente come fare a imparare delle nuove nozioni o delle nuove conoscenze, in maniera più strategica e funzionale. Scopo del workshop è quello di offrire spunti di riflessione sul tema, che possano essere resi immediatamente operativi.
Il lavoro sulle abilità cognitive: memoria e attenzione nei Dsa; relatore Floriana Costanzo.
Il workshop si propone di presentare proposte d’intervento nei disturbi dell’apprendimento finalizzate al potenziamento delle abilità di memoria, in particolare la WM, working memory, e dell’attenzione. Saranno illustrate le principali tecniche utilizzate per l’incremento della WM e il miglioramento dell’attenzione selettiva e sostenuta. Verranno quindi descritti alcuni casi clinici esemplificativi nel contesto di proposte specifiche di intervento.
Diagnosi e trattamento dei Dsa; relatori Gianluca Lo Presti e Stefano Franceschi.
Il workshop vuole mostrare un percorso che, partendo dalla generica richiesta di consulenza, passando dal colloquio clinico e dai test di approfondimento per la valutazione funzionale dei Dsa, arrivi a una stesura della relazione clinica, in cui sia possibile indicare quali interventi di trattamento, con tempi, strumenti e modalità specifici, possano essere realmente adoperati per aiutare gli alunni con Dsa.
Argomento pratico e sicuramente impegno quotidiano dell’insegnante è il PDP (Piano Didattico Personalizzato); troverà il consenso del pubblico il workshop PDP: costruire il Piano Didattico Personalizzato; relatori Flavio Fogarolo; Caterina Scapin; Giuliano Serena, Claudia Munaro.
Costruire il Piano Didattico Personalizzato è uno strumento che, per mezzo di un apposito software, aiuta le scuole a compilare e gestire il PDP per gli alunni con DSA, migliorando la qualità del progetto educativo e l’efficacia della comunicazione con la famiglia. Il progetto risponde alle criticità segnalate dalle scuole nell’applicazione della Legge 170 ed è stato quindi sviluppato per gli alunni con dislessia e altri Dsa; verranno però presentate anche alcune idee e riflessioni per migliorare la gestione del PDP pure per gli altri alunni con Bes.
Infine, ma quelle presentate sono solo alcune delle 84 tematiche proposte durante il Convegno, le Mappe di studio, argomento complesso, in evoluzione e molto apprezzato dal corpo docente: Le mappe a scuola e il nuovo IperMAPPE; relatori Flavio Fogarolo, Maria Rita Cortese; Marco Guastavigna.
Il workshop è dedicato all’uso didattico e educativo delle mappe e i relatori affronteranno il problema analizzando le criticità che ne condizionano un efficace utilizzo nell’insegnamento e nello studio individuale.