Home Archivio storico 1998-2013 Generico L’Italia nel periodo fascista

L’Italia nel periodo fascista

CONDIVIDI
  • GUERINI

Il seminario sul fascismo, che si terrà a Catania dal 29 settembre al 1° ottobre presso il Liceo Scientifico "E. Boggio Lera", in Via Vittorio Emanuele 346, rientra nel programma della Scuola estiva di alta formazione organizzata dall’Istituto italiano per gli studi filosofici, che ha sede a Napoli, in Via Monte di Dio 14 (tel. 081/7642652), in collaborazione con l’Associazione etnea studi storico-filosofici di Catania.
Nei tre giorni di svolgimento (incontri fissati tra le ore 16.30 e le ore 18.30), i temi trattati saranno i seguenti: La politica in un regime totalitario, La storia d’Italia nel periodo fascista, La memoria del fascismo. Relatore sarà il prof. Salvatore Lupo, docente all’Università di Palermo.

La partecipazione al seminario è libera e per agevolare giovani studiosi meritevoli il bimestrale "ScuolaInsieme" mette a concorso 5 borse di studio di 155 euro ciascuna, destinate a laureati nell’ultimo quinquennio che abbiano svolto studi attinenti le tematiche della scuola.

Le domande, corredate dal certificato di laurea e da un preciso curriculum di studi, dovranno pervenire (in carta semplice) entro il decimo giorno precedente l’inizio del seminario alla segreteria della Scuola estiva di alta formazione, presso la sede dell’Associazione etnea studi storico-filosofici – Via Aldebaran, 9 – 95127 Catania. Alle domande dovrà essere allegata una esposizione articolata delle motivazioni scientifiche del candidato e una descrizione (da contenere in una cartella dattiloscritta) della propria tesi di laurea. Occorre anche indicare il proprio indirizzo ed un recapito telefonico. Inoltre, sarà possibile allegare altri documenti ritenuti utili e/o documentazione di altri titoli in possesso del candidato.

Il coordinamento dell’iniziativa (per informazioni telefonare al 320-0562193 o al 328-5644621) è curato dai docenti Salvatore Distefano (presidente dell’Associazione etnea studi storico-filosofici) e Massimiliano Piccolo.