Home Archivio storico 1998-2013 Generico La Finanziaria 2000 “penalizza” gli alunni in situazione di handicap

La Finanziaria 2000 “penalizza” gli alunni in situazione di handicap

CONDIVIDI
  • Credion

La nuova Legge finanziaria, che sta per essere discussa in Parlamento, non prevede nessun provvedimento in merito alla determinazione del personale docente di sostegno.
L’inadeguatezza di tale rapporto più volte denunciata in questa anni dalla FADIS e dai genitori degli alunni in situazione di handicap continua ad essere ignorata dal governo.
Ricordiamo come la recente introduzione del nuovo obbligo formativo ha visto lievitare il numero degli alunni in situazione di
handicap iscritti nelle scuole dai 117.643 dell1997/1998 agli oltre 122.737 del presente anno scolastico.
Riportiamo quanto affermato pubblicamente dal ex Ministro alla Pubblica Istruzione On. Luigi Berlinguer, nel novembre scorso, al convegno internazionale "La qualità dell’integrazione scolastica":
Il rapporto 1 insegnante per il sostegno ogni 138 alunni e alunne in situazione di handicap è stato dettato in un momento particolare. (…) La serietà con la quale noi stiamo monitorando e analizzando il risultato ci mette nelle condizioni di poter rivisitare quel rapporto numerico. Siamo quasi pronti a farlo e a dare anche delle indicazioni quantitative maggiormente calate nella realtà.
Dopo un anno e nonostante le numerose denunce e segnalazioni pervenute anche al nuovo Ministro della Pubblica Istruzione, Tullio De Mauro, per il 2001 si richiedono ulteriori tagli al personale scolastico. Infatti l’art. 34 prevede che per ciascuno degli anni scolastici 2002 e 2003 deve essere realizzata un’ulteriore riduzione del personale non inferiore allo 0,5 per cento rispetto a quello in servizio al 31/12/1997.
Ancora una volta a pagare saranno i più deboli.

A cura della F.A.D.I.S. (Federazione Associazioni Di Docenti per l’Integrazione Scolastica)

Icotea