Home Attualità La scuola nella legge di bilancio 2022: ecco quali sono le possibili...

La scuola nella legge di bilancio 2022: ecco quali sono le possibili novità

CONDIVIDI

La bozza della legge di bilancio per il 2022 approvata dal CDM nella giornata di giovedì 28 ottobre si occupa specificatamente della scuola al titolo VII dall’art. 101 all’art. 104.

Proroga contratti covid

Per soddisfare i bisogni delle istituzioni scolastiche connesse all’emergenza epidemiologica, l’art. 101 consente di prorogare i termini dei contratti covid sottoscritti ai sensi dell’art. 58 del decreto 73 di maggio 2021, la scadenza prevista per il 31 dicembre, al termine delle lezioni dell’anno scolastico 2021/2022.

Icotea

Per tale voce è previsto un incremento economico pari a 300 milioni di euro per l’anno 2022.

Valorizzazione del merito

E’ prevista la somma di 30 milioni per gli anni 2020 e 2021 e 260 milioni annui a decorrere dall’anno 2022, al fine di premiare il merito dei docenti che si sono distinti per dedizione nell’insegnamento, per l’impegno nella promozione della comunità scolastica e la cura nell’aggiornamento professionale continuo.

Carta del docente

La carta del docente dall’importo di 500 euro, introdotta dalla legge 107 del 2015, destinata alla valorizzazione della professionalità del personale scolastico è stata confermata.

Scuola primaria e educazione motoria

 Riprendendo gli obiettivi indicati dal ministro nel Piano nazionale di ripresa e resilienza, al fine di promuovere nei giovani comportamenti e stili di vita funzionali alla crescita armoniosa, alla salute e al benessere psico-fisico e al pieno sviluppo della persona, è stato introdotto l’insegnamento curricolare dell’educazione motoria nella scuola primaria nelle classi quarte e quinte da parte di docenti forniti d’idoneo titolo e la correlata classe di concorso “Scienze motorie e sportive nella scuola primaria”.

In attesa della revisione gli ordinamenti  scolastici, l’insegnamento dell’educazione motoria sarà avviato nell’anno scolastico 2022/23 per le sole classi quinte ed esteso nell’anno scolastico 2023/2024 alle classi quarte.

Concorso per docenti di educazione motoria

Nel 2022 sarà bandito un concorso per la copertura dei posti necessari per l’insegnamento dell’educazione motoria nella classe primaria.

 Nel caso in cui tutta la procedura concorsuale non dovesse essere completata in tempo utile, saranno attribuite le supplenze ai soggetti inseriti nelle GPS nelle classi di concorso:

  •  A048 – Scienze motorie e sportive negli istituti d’istruzione secondaria di II grado;
  •  A049 – Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di I grado

Chi può partecipare al suddetto concorso

Possono partecipare i soggetti in possesso dei 24 CFU/CFA e la laurea magistrale in una delle seguenti classi:

  •  LM-67 Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative;
  •  LM-68 Scienze e tecniche dello sport;
  •  LM-47 Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie;
  • Titoli di studio equiparati alle predette lauree magistrali, ai sensi del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca n° 233 del 2009.

Stato giuridico ed economico

 L’insegnante di educazione motoria impegnato nella scuola primaria, per quanto riguarda lo stato giuridico ed economico, è equiparato agli insegnanti della scuola primaria.

Orario d’insegnamento

L’orario d’insegnamento, in compresenza con l’insegnante di classe, è previsto nella misura di due ore settimanali, solo per le classi che non operano a tempo pieno, in aggiunta all’orario previsto dal decreto 89 del 2009.