Home Archivio storico 1998-2013 Generico La scuola ricomincia “navigando”, uso sicuro e responsabile di internet

La scuola ricomincia “navigando”, uso sicuro e responsabile di internet

CONDIVIDI
  • Credion
L’Amministrazione Comunale la Presidenza del Consiglio Comunale di Magenta promuovono il progetto “La scuola ricomincia navigando”, progetto nazionale rivolto al mondo della scuola per promuovere un uso sicuro e responsabile della Rete da parte dei minori. Presentata ufficialmente in Campidoglio e per il Comune di Roma nel mese di ottobre, l’iniziativa vede la collaborazione della Polizia Postale e delle Comunicazioni, di Unicef Italia e di SicuramenteWeb, la proposta ideata da Microsoft Italia per riaffermare l’impegno dell’azienda “per un mondo digitale migliore”. L’obiettivo è ambizioso: dopo Roma, Magenta è la seconda città italiana (la prima in Lombardia) ad adottare il progetto che si propone di coinvolgere tutte le scuole cittadine con gli alunni, gli insegnanti ed i genitori in attività didattiche e ludiche per promuovere – a partire proprio dai banchi di scuola – un uso consapevole e responsabile delle tante risorse e delle opportunità messe oggi a disposizione dal Web.
La scuola ricomincia navigando” darà agli istituti partecipanti la possibilità di offrire ai propri giovani studenti momenti di formazione e strumenti informativi utili per affrontare il mondo di Internet in sicurezza ed evitare i rischi e i pericoli che la Rete a volte nasconde, soprattutto per i più piccoli. Nell’ambito dell’iniziativa, in particolare, sarà data la possibilità alle singole scuole di programmare degli incontri con gli operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni per coinvolgere in modo piacevole i ragazzi attraverso l’interazione e la partecipazione, per cercare di rispondere ai dubbi e alle possibili richieste sul tema.
Le scuole poi potranno contare sul materiale informativo prodotto a sostegno del progetto che contiene consigli su come usare in modo sicuro i più diffusi programmi utilizzati sulla Rete (email, messaggistica istantanea, chat, browser Internet, etc..) e sui rischi più comuni, come virus e malware. Allo stesso tempo anche gli insegnanti verranno coinvolti attivamente attraverso l’organizzazione di momenti di aggiornamento. Tutti gli incontri, che saranno tenuti dagli esperti della Polizia Postale, saranno organizzati e calendarizzati concordandoli con le singole scuole.
“Ancora una volta l’Amministrazione Comunale – dichiara Luca Del Gobbo, Sindaco di Magenta– è in prima linea nel promuovere iniziative a favore dei giovani. In questo caso le istituzioni, Comune, scuola e famiglia, grazie alla collaborazione di esperti del settore lavorano insieme per difendere i più deboli e rispondere alla prevaricazione e alla violenza di immagini e parole che nell’era della comunicazione via Internet possono giungere in tempo reale sui computer dei ragazzi. Un progetto che contribuirà ancor più a valorizzare l’eccellenza del polo scolastico magentino che è già un punto di riferimento per tutto il territorio e che si distingue per la valida proposta educativa e formativa per i nostri giovani”.
 “Credo moltissimo nel progetto che presentiamo insieme a Polizia Postale, Microsoft e Unicef – aggiunge Bruno Santopaolo, Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Magenta– perché rappresenta la prima risposta concreta al problema della pedo-pornografia ed alle ambiguità che si nascondono dietro l’utilizzo del web e delle chat da parte di giovani e giovanissimi”.
“Internet è uno strumento di grande utilità per tutti – spiega Marco Valerio Cervellini, Responsabile dei progetti educativi sulla navigazione sicura dei minori sulla rete internet della Polizia Postale e delle Comunicazioni – e soprattutto per gli adolescenti è un importante strumento di crescita culturale, se sostenuto però da una navigazione sicura, corretta, consapevole e critica di questa tecnologia, conoscendone sia le potenzialità, sia i rischi e i modi per proteggersi. L’auspicio per il futuro è che anche altre società specializzate nell’alta tecnologia ed operanti nel web – così come oggi fa Microsoft con il suo fondamentale contributo – possano sostenere con forza l’impegno continuo per l’educazione e la sensibilizzazione dei più piccoli, delle loro famiglie e degli insegnanti, sull’uso sicuro e responsabile della Rete”.
“La tutela dei minori nella navigazione in Internet – dichiara Fabio Pogutz, Segretario Regionale Unicef Lombardia – rientra nell’ambito più generale della protezione dei minori da ogni sorta di abuso, violenza e oltraggio, prevista dalla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia in diversi articoli, una legge che l’Italia ha ratificato nel 1991. Un’iniziativa come questa va nella giusta direzione di rafforzare la capacità dei bambini e degli adolescenti di comprendere i rischi, ma anche le opportunità della Rete”.
“Questo progetto – ricorda infineFrancesca Di Massimo, Responsabile programmi di sicurezza di Microsoft Italia – rappresenta un passo ulteriore nell’ambito della nostra iniziativa SicuramenteWeb, che racchiude l’impegno di Microsoft per la protezione dei minori sulla rete Internet, al fianco di importanti istituzioni e di associazioni. Un impegno che ha però bisogno della partecipazione attiva della famiglia e della scuola. Un genitore responsabile oggi può e deve proteggere i propri figli anche quando utilizzano Internet e i suoi servizi, non solo stando loro vicino, ma anche utilizzando le tecnologie di protezione della navigazione già oggi disponibili gratuitamente. Allo stesso modo un insegnante dovrebbe avere a disposizione gli strumenti e le conoscenze per aggiornarsi ed integrare all’interno della propria attività didattica la Rete e i suoi servizi, che sono ormai parte dello sviluppo cognitivo degli studenti”.
Gli istituti che intendono aderire al progetto possono contattare il Settore Educazione del Comune di Magenta al numero telefonico 02/9735245-266.