Home Archivio storico 1998-2013 Notizie dalle Regioni Lazio – Por 2007-2013: oltre 736 milioni di euro per formazione e...

Lazio – Por 2007-2013: oltre 736 milioni di euro per formazione e istruzione

CONDIVIDI
  • Credion
Si è concluso, dopo mesi di lavoro, l’iter di definizione del Piano Operativo Regionale (Por) 2007-2013 per la formazione nel Lazio con una riunione congiunta della Commissione Concertazione del Lazio (che vede riunite le organizzazioni dei datori di lavoro, i sindacati, i rappresentanti del terzo settore e la Regione) e del Comitato Istituzionale (che riunisce Province, Università e ministero della Pubblica Istruzione).
Il piano, approvato all’unanimità, prevede che nei prossimi sette anni vengano erogati oltre 736 milioni di euro di finanziamenti per programmi di formazione, finanziamenti che saranno garantiti al 50% (oltre 368 milioni di euro) dal Fondo Sociale Europeo di Bruxelles e per la restante metà da fondi dello Stato (oltre 375 milioni di euro) e della Regione (oltre 10 milioni di euro).
Cinque sono gli assi strategici del Piano: la promozione dell’adattabilità dei lavoratori tramite la formazione permanente, la promozione dell’occupabilità di tutte le categorie di lavoratori (con particolareattenzione per i giovani, gli ultracinquantenni e le donne), l’inclusione sociale, in particolar modo degli immigrati, lo sviluppo del capitale umano e la promozione delle reti interregionali, nazionali e transnazionali per la crescita del sistema di istruzione e formazione.
“Queste le scelte fondamentali che guidano il Por 2007-2013 – ha dichiarato l’assessore regionale all’Istruzione, Diritto allo Studio e Formazione Silvia Costa – la decisione di un’azione integrata con altri assessorati, la volontà di fare in modo che non siano le politiche a inseguire i fondi, ma il contrario, e l’individuazione di priorità precise, come la formazione per gli over 50, per le donne e gli immigrati, l’incoraggiamento della formazione on the job e infine l’aumento del quantitativo di attività delegate alle province, in coerenza con la programmazione regionale”.
Il Por verrà inviato adesso ai ministeri dell’Economia e del Lavoro per un parere di conformità, in seguito passerà in Giunta Regionale e poi in commissione in Consiglio Regionale, per arrivare infine alle istituzioni comunitarie che dovranno dare la definitiva luce verde.
“L’approvazione di oggi del Por è un primo passo nella programmazione quadro per passare all’atto fondamentale che è la delibera di Giunta – ha concluso l’assessore Costa – Mi auguro che il Consiglio Regionale ci assista con sollecitudine in questo iter affinché si possa arrivare entro la fine di febbraio a Bruxelles per l’approvazione definitiva e finale di questo importantissimo strumento”.