Home Archivio storico 1998-2013 Generico Le 10 più surreali note sul registro di classe

Le 10 più surreali note sul registro di classe

CONDIVIDI

Studenti.it mette in rete le 10 note più divertenti scritte sul registro di classe dai professori e spedite dai suoi giovani lettori.
Ognuno dei dieci rapporti meriterebbe un commento che evitiamo per lasciare a ciascuno dei nostri più competenti lettori di farsi un’idea di ciò che avviene in talune scuole (ma forse anche in tutte seppure con sfumature diverse) della nostra Nazione. Note che rasentano l’assurdo e il surreale e che si sarebbero potute scrivere con altra forma, denunciando lo stesso scorretto comportamento. Pensiamo tuttavia che ciascuna di esse, al di là della forma, offra uno spaccato delle reali perfomance creative degli alunni, che sicuramente fanno arrabbiare i professori, ma che nello stesso tempo restituiscono al mestiere di insegnante il piacere di continuare a farlo, per calcare le cattedre da dove è possibile scorgere, da una posizione di privilegio, la straordinaria, imprevedibile, fantastica umanità creativa dei nostri alunni. 

1)-T, L e B chiudono in bagno una loro compagna perché ritenuta da loro “cesso”.
2)-Si espelle dall’aula l’alunna M Ilaria perché ha offeso la compagna Sabatino Domenica chiamandola Week End
3)-Gli alunni M e P incendiano volontariamente le porte dei bagni femminili per costringere le ragazze a utilizzare il bagno maschile.
4)-Dopo avere fatto scena muta durante l’interrogazione di geografia astronomica V. chiede di avvalersi dell’aiuto del pubblico.
5)-L’alunno A, assente dall’aula dalle ore 12.03, rientra in classe alle ore 12,57 con un nuovo taglio di capelli.
6)-Il crocefisso dell’aula è stato rovinato. Il Cristo ora porta la maglia della nazionale
7)-L’alunno M. dopo la consegna del pagellino da far firmare ai genitori consegna il pagellino firmato due minuti dopo. Sospetto che la firma non sia autentica.
8)-L’alunno A durante l’intervallo intrattiene dalla finestra dell’aula gli alunni dell’istituto imitando Benito Mussolini, munito di fez e camicia nera, presentando una dichiarazione di guerra all’istituto che sta dall’altra parte della strada
9) Gli alunni M.P. e D.A. dopo avere rubato diversi gessetti dalla lavagna, simulano durante la lezione l’uso di sostanze stupefacenti tramite carte di credito e bancomat arrotolate. A mia insistente richiesta di smetterla vengo incitato a provare pure io per non avere così tanti pregiudizi.
10)-L’alunno giustifica l’assenza del giorno precedente scrivendo “credevo che fosse domenica” .

Icotea