Home I lettori ci scrivono Le assegnazioni provvisorie dell’organico di fatto spettano come sempre ai precari

Le assegnazioni provvisorie dell’organico di fatto spettano come sempre ai precari

CONDIVIDI

Sono una precaria delle GaE che come tanti ha scelto di non fare domanda per entrare di ruolo con le fasi B e C  poiché mi è stato impossibile in quanto sono sposata e ho bambini piccoli. Il governo, per fortuna, non ci ha costretti a farla! Lode al Governo perché non ha costretto nessuno a fare domanda e lode al Governo perché piano a piano riuscirà a svuotare le graduatorie ad esaurimento come ha promesso con graduatorie e col concorso!

Premesso ciò, ho deciso di scrivere questo articolo per rispondere a quei colleghi, entrati di ruolo, che da qualche giorno scrivono articoli nei quali vantano il diritto di ottenere l’assegnazione provvisoria sull’organico di fatto! I colleghi che hanno fatto domanda per entrare di ruolo sapevano già a cosa andavano incontro e per questo hanno sottoscritto una domanda nella quale si impegnavano ad assumere il ruolo in qualsiasi provincia italiana! Si sono sentiti pronti a fare la domanda perché, liberi da impegni seri, hanno avuto la possibilità di abbandonare i propri cari e le proprie abitazioni per ottenere l’amatissimo ruolo! 

Icotea

Ora però che si avvicina il momento in cui devono lasciare la propria casuccia, vantano diritti inventati da loro e sputano il loro odio sui precari rimasti nelle GaE che a dir loro dovrebbero fare la fame! Carissimi colleghi, avete prodotto domanda per entrare di ruolo dando la vostra disponibilità nelle ben 100 provincie? Bene allora fate la valigia e con amore fate il vostro lavoro!Noi precari (CHE NON ABBIAMO POTUTO FARE DOMANDA con lo stesso vostro strazio e morte nel cuore) attenderemo con pazienza il ruolo accontentandoci delle supplenze che ci rimarranno! 

Mettetevi l’anima in pace perché il Governo ha ideato il piano assunzioni con intelligenza e con cura e non accetta suggerimenti egoistici da nessuno! Lode ancora al Governo che fa quel che promette senza ritornare sui propri passi e senza cambiare improvvisamente le carte in tavola all’ultimo minuto!