Home Personale Le strategie per favorire la partecipazione degli studenti

Le strategie per favorire la partecipazione degli studenti

CONDIVIDI

Per sviluppare la propria competenza nel condurre discussioni guidate in classe, è opportuno che l’insegnante sperimenti diverse strategie.

Il modello della “discussione” costituisce un importante tassello metodologico nella competenza professionale dell’insegnante, che risponde ad alcune esigenze didattico-pedagogiche a fronte della grande variabilità delle classi.

La discussione può assumere forme e significati differenti sulla base degli obiettivi: può servire a chiarire contenuti come a manifestare opinioni.

ICOTEA_19_dentro articolo

Essa consente di sviluppare le abilità sociali dell’argomentazione, del confronto, della esposizione chiara delle idee, del rispetto delle opinioni diverse, promuovendo la democrazia in classe.

Oltre a ciò la discussione rappresenta una forma di apprendimento significativo che passa dal coinvolgimento attivo degli studenti. Come si utilizza, in quali condizioni e con quali modalità è l’oggetto del presento corso online.

Segui il corso realizzato dalla Tecnica della Scuola, a cura di Claudia Matini, psicologa, psicoterapeuta, PNL Master Practitioner, formatrice di insegnanti

Saranno svolti 2 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 4 ore

> Martedì 24 settembre 2019 – dalle 16.00 alle 18.00
> Venerdì 27 settembre 2019 – dalle 16.00 alle 18.00

CLICCA QUI PER LA SCHEDA DEL CORSO

 

La Casa Editrice La Tecnica della Scuola è ente di formazione accreditato dal Miur per la formazione del personale della scuola (prot. n. AOODGPER/6834/2012) ai sensi della direttiva ministeriale n. 90/2003 adeguato ai sensi della Direttiva n. 170/2016.

Ai fini del rilascio dell’attestato di partecipazione, il percorso di formazione si considera concluso con la fruizione del 75% delle lezioni in diretta o in differita. E’ richiesto inoltre il completamento del test di verifica e del questionario di gradimento presenti sulla nostra piattaforma e-learning da inviare entro e non oltre 20 giorni dall’ultimo incontro.

CONDIVIDI