Home Didattica Licei musicali, il Tar dichiara inadempiente il Miur: ripristini subito la seconda...

Licei musicali, il Tar dichiara inadempiente il Miur: ripristini subito la seconda ora di strumento

CONDIVIDI

Il tar del Lazio, con sentenza n. 1932 del 13 febbraio 2019, ha ritenuto infondate le motivazioni addotte dal MIUR per non ripristinare la seconda ora nel corso del corrente anno scolastico e, soprattutto, ha considerato persistente l’inadempimento dell’amministrazione, non potendosi considerare esecutivo della pronuncia il decreto che limiti ai soli ricorrenti l’effetto derivante dalla sentenza di accoglimento, inerendo al complessivo sistema di insegnamento l’orario di strumento richiesto”.

È quanto viene pubblicato sulla pagina Facebook dei prof di strumento musicale.

Applicare le sentenze

Dunque l’attuale ministro, contrariamente alle contrizioni di cui si erano fatti portavoce soprattutto gli esponenti dei 5Stelle in campagna elettorale, accusando tutti e tutto di inadempienze sulle decisioni dei tribunali, non si cura di mettere in esecuzione le sentenze, i dettami cioè della Legge.

ICOTEA_19_dentro articolo

E la Legge ha stabilito che togliere un’ora, delle due previste nel piano di studi, di strumento nei licei musicali non si può fare e siccome questo decisione ministeriale “a sottrarre” ha danneggiato parecchi docenti e alunni, il Miur deve immediatamente provvedere a ridare il “maltolto” da subito.

Infondate le motivazioni del Miur

Addirittura “ha ritenuto infondate le motivazioni addotte dal MIUR per non ripristinare la seconda ora nel corso del corrente anno scolastico e, soprattutto, ha considerato persistente l’inadempimento dell’amministrazione”.

Si regionalizza ma non si tiene conto di prof e alunni di strumento musicale

Mentre dunque si apre una lotta per regionalizzare la scuola, su cui il ministro Bussetti non ha detto neanche una parola, come se la faccenda non riguardasse il suo ministero, sulle questioni sostanziali, e che incidono profondamente sulla pelle di tanti lavoratori e studenti, si continua a tacere e si fanno spallucce oltre che orecchie da mercante.