Linee pedagogiche per nidi e scuola dell’infanzia, obbligo a 5 anni. Nostra intervista ad Antonella Bruzzo (CIDI)

CONDIVIDI


Le recenti Linee pedagogiche per la fascia 0-6 anni sottolineano un punto decisivo: gli asili nido non sono solamente una risposta ad una esigenza di carattere sociale ma rispondono anche alle esigenze di crescita e sviluppo dei bambini.
Per la verità di asili nido si parla da anni, di tanto in tanto c’è qualcuno che parla addirittura di asilo assicurato a tutti, ma sarebbe già molto se si riuscisse a raggiungere l’obiettivo fissato dall’Unione Europea (un posto per un bambino su tre).

Il problema maggiore è che l’offerta di asili nido è molto variegata a livello territoriale con aree (per esempio il Trentino Alto Adige) in cui si supera persino il tetto fissato dall’Europa e altre (diverse regioni del Sud) dove non si arriva neppure al 10%.

Icotea

L’altro nodo del sistema 0-6 riguarda il tema dell’obbligatorietà dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia.

Di tutto questo parliamo con Antonella Bruzzo (CIDI)