Home Alunni Lingue straniere “pass pour tout” per trovare lavoro, i giovani lo sanno:...

Lingue straniere “pass pour tout” per trovare lavoro, i giovani lo sanno: Cinese in crescita

CONDIVIDI

La lingua straniera? Per chi vuole svolgere professioni non “basiche” è un elemento d’accesso imprescindibile. Un vero “pass pour tout” per trovare lavoro. E i giovani lo sanno.

Ad esserne cosciente sono anche gli studenti: lo ha evidenziato una ricerca realizzata da Ipsos per la Fondazione Intercultura, dalle cui conclusioni risulta che il 46% de giovani italiani (14-19 anni) conoscere una o più lingue oltre la propria è un asset fondamentale per avere successo e soddisfazioni professionali.

Cresce l’interesse per il cinese

Tra i ragazzi intervistati, il 10% indica spontaneamente, come lingua fondamentale, il cinese subito dopo l’inglese e prima dello spagnolo (7%) e del tedesco (6%).

ICOTEA_19_dentro articolo

“Sono tante le destinazioni possibili, pensate su misura – commenta la onlus – per le diverse esigenze: per chi si sente più propenso a conoscere luoghi lontani, i programmi di 4 settimane in Argentina, Cina, Giappone, India, Russia, Tunisia combinano l’incontro con culture diverse alla possibilità di imparare una nuova lingua”.

“Per chi invece è più interessato a rafforzare l’inglese, è possibile esplorare i programmi in Regno Unito (Inghilterra e Galles), Irlanda, Canada e Usa. Infine, i programmi in Danimarca, Finlandia e Spagna sono a disposizione per chi vuole un’esperienza di carattere europeo”.

Fondazione Intercultura: fino al 30 aprile le domande per andare all’estero

La Fondazione Intercultura che proprio in questi giorni lancia la propria offerta estiva: 13 destinazioni e tre scadenze per presentare la domanda. Fino al 30 aprile, con scadenze diverse in base al programma offerto, sono ancora disponibili – ricorda Intercultura – circa 400 posti per studenti dai 14 ai 18 anni per iscriversi ai corsi di lingua all’estero direttamente dal sito.

Per tutti gli interessati sarà poi possibile seguire i corsi di formazione con i volontari della propria zona, compreso il campo finale a Roma immediatamente prima della partenza dove gli studenti parteciperanno a un incontro di preparazione al soggiorno all’estero insieme agli altri partecipanti provenienti da tutta Italia.