Home Attualità Marco Bussetti in Abruzzo. Delrio (PD): iniziativa inaccettabile, siamo in campagna elettorale

Marco Bussetti in Abruzzo. Delrio (PD): iniziativa inaccettabile, siamo in campagna elettorale

CONDIVIDI

Quella di mercoledì 6 febbraio sarà per il ministro Bussetti una giornata particolarmente intensa, tutta dedicata a incontrare il mondo della scuola abruzzese.

Gli impegni della giornata

Alle 10 sarà a San Salvo (Chieti) per assistere alla posa della prima pietra del nuovo polo scolastico.
Alle 12 Bussetti sarà a Chieti per un incontro nell’Aula Magna dell’università.
Alle 15.30 conferenza stampa nella Sala Figlia di Jorio presso la Provincia di Pescara.
Alle 18 Bussetti sarà a Nereto (Teramo) per incontrare una delegazione di dirigenti scolastici, mentre alle 20, a Giulianova, parteciperà ad un incontro pubblico nell’istituto alberghiero

La protesta di Delrio (PD)

L’iniziativa non è sfuggita all’ex ministro PD Graziano Delrio che non va troppo per il sottile:  “Il ministro Bussetti per la campagna elettorale in Abruzzo occupa scuole e università della regione. Le istituzioni, che il ministro dovrebbe sapere, sono di tutti, anche di chi non vota Lega, vengono usate ed asservite a fini di propaganda partitica. E’ un comportamento inaccettabile che rivela, ancora una volta, quanto sia carente il rispetto delle istituzioni ed abbondante invece l’arroganza del sentirsi sopra le regole”.

ICOTEA_19_dentro articolo

La replica del Ministro

Pronta la replica del ministro dell’Istruzione: “Ha ragione da vendere Graziano Delrio quando afferma che le Istituzioni appartengono a tutti e non solo a una parte politica. Ed è proprio per questo che, dall’inizio del mio mandato, non mi risparmio nel visitare scuole di ogni ordine e grado e università. Di ogni regione italiana, senza dimenticarne una. La vicinanza con gli studenti, gli insegnanti, il personale scolastico e accademico, i tecnici si dimostra con la presenza costante tra loro e non dal chiuso di un palazzo, esattamente quello che, ahimè, hanno fatto alcuni miei predecessori. Per questo trovo stucchevole, e anche un po’ priva di stile, la polemica sulla mia presenza in Abruzzo dove incontrerò ragazzi e docenti”.