Home Didattica “Matilde e l’agave”, fiaba bilingue su speranza e solidarietà: il 30 maggio...

“Matilde e l’agave”, fiaba bilingue su speranza e solidarietà: il 30 maggio se ne parla a Palermo

CONDIVIDI

Si chiama Matilde: è la giovane protagonista della fiaba bilingue (italiano e inglese), scritta da Alessandra Muschella, “Matilde e l’agave”, un brillante racconto curato da Futura Cirrincione.

Il racconto

Le vicende raccontate nel testo, adatto ai bambini ma anche agli adulti che vorranno utilizzarlo come uno strumento di lavoro e di condivisione emotiva, si svolgono a Guanahanì, isolotto delle Bahamas al quale, dopo la scoperta dell’America, gli europei hanno attribuito il nome San Salvador.

Matilde si salverà, al termine di un percorso costellato di relazioni con le persone, ma ancor di più con le piante (trasformano la loro morfologia per dare sostegno e accogliere) e con gli animali (sfidando il tempo e le distanze, tornano per amare e offrirsi) che, nella fiaba, risultano dotati di una loro anima, a tratti compassionevole quanto quella delle persone.

ICOTEA_19_dentro articolo

Sullo sfondo, infine, c’è un popolo che rinuncia alla vita illuminata dal sole e sceglie di vivere al buio, per dare manforte proprio a Matilde.

A chi è destinato

Il testo è consigliato quindi agli insegnanti di italiano e di inglese, agli educatori e a tutti quelli che intendono incentrare l’azione formativa sull’esplorazione delle emozioni e sull’affermazione di alcuni principi che riconducono alla circolarità dell’esistenza, alla speranza e alla solidarietà.

Rappresenta anche una gradita opportunità per i genitori che, avendone compresa l’importanza, vogliono avventurarsi nel magico mondo della lettura condivisa, esperienza che nutre e lega.

Le illustrazioni sono di Anna Coppola, artista siciliana che, pur cimentandosi per la prima volta in un’operazione di questo tipo, riesce a conferire personalità a Matilde e a ricostruire magistralmente, con linee morbide e colori accesi, le ambientazioni descritte.

La prenotazione e presentazione del libro

La scelta di proporre il testo in due lingue vuole essere, inoltre, una sorta di superamento dello studio di una lingua straniera.

Il libro – che essere ordinato su libreriauniversitaria.it, youcanprint.it, mondadoristore.it e tutti i maggiori canali on line – sarà presentato giovedì 30 maggio a Palermo al Palazzo Ziino, sede dell’assessorato alle CulturE: saranno presenti Giuseppe Lo Bianco (giornalista al Fatto Quotidiano e scrittore), Teresa Di Fresco (giornalista), Sara Favarò (scrittrice e studiosa di tradizioni popolari), Anna Coppola (illustratrice della fiaba).