Home Personale #maturità 2017, quanto guadagnano i commissari d’esame?

#maturità 2017, quanto guadagnano i commissari d’esame?

CONDIVIDI

Nella giornata del 6 giugno il Miur ha reso noto sul proprio sito i nomi dei commissari designati per l’esame di Stato 2017.

Quest’anno saranno 12.691 le commissioni d’Esame per 25.256 classi coinvolte. Ad oggi (gli scrutini si concluderanno nei prossimi giorni) sono 505.686 le candidate e i candidati iscritti alla Maturità, di cui 489.168 interni e 16.518 esterni.

ICOTEA_19_dentro articolo

Ma quale sarà il compenso dei commissari? Da un’elaborazione di Gilda Bologna sulla base del Decreto interministeriale del 24 maggio 2007, i compensi dovuti ai commissari d’esame si dividono in QUADRO ACompenso correlato alla funzione e attribuito per la partecipazione a ogni commissione, QUADRO BCompenso correlato alla distanza del luogo di residenza o servizio dalla sede di esame e QUADRO C.

QUADRO A

Per quanto concerne il Compenso correlato alla funzione e attribuito per la partecipazione a ogni commissione, bisogna sapere che i presidenti di Commissione saranno retribuiti 1249 euro, mentre i commissari interni 399 euro. In questo caso il compenso dei commissari esterni sarà di 911 euro.

QUADRO B

Per quanto riguarda il Compenso correlato alla distanza del luogo di residenza o servizio dalla sede di esame, la provenienza del commissario è determinante:

– nel caso di Personale nominato nel comune di servizio o di residenza o fuori del proprio comune di servizio o di residenza in sede d’esame raggiungibile in non più di 30 minuti con i mezzi di linea extraurbani più veloci, il trattamento economico è di 171 euro sia per il presidente di commissione sia per i commissari interni ed esterni.

– nel caso invece di Personale nominato fuori del proprio comune di servizio o di residenza in sede d’esame raggiungibile in un tempo compreso tra 31 e 60 minuti con i mezzi di linea extraurbani più veloci, il compenso è di 568 euro per ciascun membro della commissione, compresi i presidenti.

– per quanto riguarda il Personale nominato fuori del proprio comune di servizio o di residenza in sede d’esame raggiungibile in un tempo compreso tra 61 e 100 minuti con i mezzi di linea extraurbani più veloci, il trattamento sarà di 908 euro, sempre per tutti i componenti della commissione.

– infine, il Personale nominato fuori del proprio comune di servizio o di residenza in sede d’esame raggiungibile in un tempo superiore a 100 minuti con i mezzi di linea extraurbani più veloci, avrà un compenso di 2270 euro, sia i commissari interni ed esterni, che i presidenti.

 

QUADRO C

Il Compenso per ciascuna materia e ciascun candidato spettante al personale impegnato negli esami preliminari dei candidati esterni (privatisti) sarà di 15 euro, mentre invece il Compenso massimo attribuibile al singolo componente del Consiglio di classe o di specifica commissione impegnato negli esami preliminari è di 840 euro.

Inoltre, come riporta la nota ministeriale del 23 giugno 2015, “gli esperti nominati per gli esami dei candidati con disabilità (art. 22, comma 1, O.M. 11/2015), secondo quanto previsto dall’art. 4 del citato decreto interministeriale, hanno diritto esclusivamente ad un unico compenso forfetario pari a euro 171,00. Tale articolo si applica anche agli esperti nominati in base all’art. 10, comma 2, dell’O.M. n. 11/2015 nei licei musicali e coreutici”.

Infine, bisogna sottolineare il fatto che nel caso di un commissario esterno a cui sia stata assegnata una sola classe quinta, il compenso di questo sarà ridotto, mentre invece la trasferta viene retribuita per intero.

 

 

{loadposition carta-docente}

{loadposition facebook}

CONDIVIDI