Home Alunni Maturità 2018, scatta il “totoesame”: gli studenti puntano su Pirandello, Aldo Moro...

Maturità 2018, scatta il “totoesame”: gli studenti puntano su Pirandello, Aldo Moro e la Costituzione

CONDIVIDI

Ad un mese dall’inizio dell’esame di maturità 2018 arrivano le prime scommesse per gli studenti che dovranno affrontare l’esame di Stato. Per la prima prova scritta, infatti, ogni anno scatta il totoesame, o meglio i pronostici secondo i ragazzi dei temi che potrebbero essere oggetto della maturità. Ecco secondo l’indagine di Skuola.net cosa si aspettano 3500 studenti di ultimo anno di scuola superiore.

Pirandello in pole position

L’autore in pole position per l’analisi del testo sarebbe Luigi Pirandello: se già un mese fa il 15% lo metteva in pole position, ora la schiera dei sostenitori del drammaturgo siciliano sale al 18%. Ipotesi, tra l’altro, assolutamente realistica, visto che Pirandello manca dalla maturità del 2003. Altro papabile è Italo Svevo con l’11% dei voti, mentre più indietro Dante Alighieri (10%). Ad affiancare Svevo, stavolta, è Giuseppe Ungaretti – uscito già nel 2001 e nel 2006 – anche lui con l’11% dei consensi.

Icotea

Niente donne alla maturità?

Per i ragazzi sembra difficile pensare alle donne: tra le autrici proposte dal sondaggio – Alda Merini, Elsa Morante, Grazia Deledda e Oriana Fallaci – nessuna supera la quota del 4%. Stessa cosa per gli altri poeti del ‘900 che a cadenza periodica escono alla maturità: Eugenio Montale è all’8%, Salvatore Quasimodo e Umberto Saba al 4%.
Ma i ragazzi si aspettano anche i nomi meno noti, come accadde lo scorso anno con Giorgio Caproni e Claudio Magris nel 2013. Anzi, per il 50% dei votanti questa ipotesi la ritiene più che probabile e un altro 38% come uno scenario possibile; solo il 12% pensa che il Ministero dell’Istruzione tornerà a un autore ‘classico’.

Il caso Aldo Moro e la Costituzione

Ma il caso Aldo Moro, che ha tenuto banco le prime settimane del mese di maggio potrebbe anche trovarsi, secondo gli studenti, allo scritto della maturità (24%), mentre resta meno probabile l’anniversario di 200 anni dell’Infinito di Leopardi (14%). Più indietro gli altri anniversari illustri: i 200 anni dalla nascita di Karl Marx (13%), i 50 anni dalla morte di Martin Luther King (12%) e i 100 anni dalla nascita di Nelson Mandela (11%).

Ma i ragazzi, in fatto ricorrenze storiche, puntano sui 70 anni della Costituzione italiana: per il 21% – 1 su 5 – è quasi una certezza. Se più indietro, con il 13% dei voti, il 100esimo anniversario della battaglia di Caporetto, i ragazzi, con il 12% delle preferenze, ritengono che potrebbe anche essere traccia d’esame il ventesimo compleanno di Google.

Attualità: Hawking, bullismo e violenza sulle donne

Per quanto riguarda il tema di attualità, una delle tracce tradizionalmente più amate dai maturandi, gli studenti sembrano non avere molti dubbi:la morte di Stephen Hawking, Bullismo e Cyberbullismo, la Violenza sulle donne, l’Immigrazione, tutti temi che avrebbero le stesse possibilità (10%).
Al contrario, la strettissima attualità, non viene molto considerata: ad esempio, il dibattito sulle elezioni politiche in Italia e sulla difficile formazione del Governo, pur diventando il leitmotiv degli ultimi mesi, solo per il 7% degli studenti è contemplato come tema di maturità.

Stiamo a vedere se alcune di queste scommesse saranno vinte dai maturandi 2018.