Home Alunni Maturità, per gli studenti niente paura se studiano col gatto

Maturità, per gli studenti niente paura se studiano col gatto

CONDIVIDI

Gli esami di maturità fanno paura? Certamente, ma se si studia assieme ai gatti l’ansia viene tenuta a bada.

A questa conclusione sono giunti i ricercatori di un curioso esperimento condotto in una scuola di Canberra, in Australia, dove l’ente locale ha invitato l’ente protezione gatti ad introdurre in un’aula di studio i felini, lasciandoli liberi di circolare per l’aula e di interagire con i giovani sotto stress.

Icotea

“Gli studenti avevano i libri aperti, con i gattini sulle ginocchia, si rilassavano e la pressione calava visibilmente: è un ambiente migliore per prepararsi agli esami”, ha spiegato la consulente scolastica del Collegio St Francis Xavier, Donna Lambert, alla radio nazionale Abc.

“Per quanto difficile sia stata per loro la giornata, dopo un po’ si vede come si calmano, qualcuno si addormenta pure”.

 

{loadposition eb-valore-formativo}

 

L’organizzazione Kitten Rescue, che si occupa dei trovatelli, ha fornito i gatti e il personale per tenerli d’occhio. Anche i mici beneficiano dell’attenzione, ricevendo prezioso tempo di socializzazione prima di essere adottati.

In generale, gli animali di compagnia stanno diventando uno strumento di terapia sempre più largamente accettato per mantenere la salute mentale in ospedali, case di riposo e centri di assistenza alle vittime di trauma.

I cosiddetti cani di conforto, addestrati per offrire contatto delicato e interazione con gli esseri umani, sono stati messi a disposizione in questi giorni ai sopravvissuti alla recente strage di Orlando in Usa e ai familiari delle vittime.

 

{loadposition eb-sviluppo-psicologico}

 

{loadposition facebook}