Home Precari “Milleproroghe”, quale destino per le graduatorie d’istituto?

“Milleproroghe”, quale destino per le graduatorie d’istituto?

CONDIVIDI

La legge 107 prevede l’eliminazione delle iscrizioni in terza fascia delle graduatorie d’istituto. Sarà possibile invece l’aggiornamento di chi è già iscritto.

Come abbiamo già scritto in precedenza, il decreto “Milleproroghe”, in un emendamento proposto dal Pd, prevede lo slittamento di un anno dell’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento, dal 2017 al 2018.

Icotea

La domanda che molti si pongono e la seguente: quale sarà il destino delle graduatorie d’istituto?
Le prime fasce delle graduatorie d’istituto (che derivano dal punteggio delle GaE) per quanto riguarda il conferimento delle supplenze, sono aggiornate a decorrere dall’anno scolastico 2019/2020. Mentre, come si legge sull’emendamento Pd, “restano fermi i termini per l’aggiornamento delle graduatorie di istituto di seconda e terza fascia”.

{loadposition bonus_1}

Di conseguenza, essendo libere dal vincolo dell’emendamento rispetto alla prima fascia, la seconda e terza fascia d’istituto potranno essere aggiornate 2017/18 per il triennio successivo.

Risulta evidente che, con il concorso docenti in arrivo, il numero dei partecipanti all’aggiornamento non può essere previsto, considerando che il concorso è rivolto agli abilitati e ai docenti del Tfa.

E’ probabile, infatti, che un buon numero di insegnanti della seconda fascia d’istituto al momento dell’aggiornamento possa essere assunto a tempo indeterminato e gli iscritti attualmente in terza fascia potrebbero finire in seconda grazie all’abilitazione ottenuta.

{loadposition facebook}