Home Mobilità Mobilità 2015/2016: contrattazione al via, ma in ritardo

Mobilità 2015/2016: contrattazione al via, ma in ritardo

CONDIVIDI

Di norma, i primi incontri per la mobilità dei docenti e del personale scolastico avvengono già i primi giorni di ottobre; quest’anno, forse per il cambiamento di molte figure tecniche e dirigenziali del Miur, il primo incontro si registra oltre la metà di novembre. Tuttavia è con grande ansia che molti docenti attendono di avere notizie su come sarà la mobilità per l’anno scolastico 2015/2016. Ci saranno molte novità o resterà tutto pressoché inalterato, rispetto agli anni passati? Apprendiamo dal sito della Flc-Cgil che le parti hanno convenuto sull’esigenza di procedere con incontri serrati al fine di recuperare il ritardo con cui si è iniziato e pervenire alla sottoscrizione della pre-intesa entro, massimo, i primi giorni di dicembre.
Si ricorda che è necessario arrivare in tempi stretti, entro la prima decade di dicembre, alla firma di ipotesi del contratto, in quanto bisognerà anche attendere i tempi biblici per avere l’autorizzazione alla sottoscrizione definitiva da parte dei Ministeri dell’economia e della funzione pubblica. Si è parlato tra l’altro, in questo primo incontro interlocutore, dei punteggi del servizio pre-ruolo che dovrebbero essere valutati alla stessa stregua di quello di ruolo.

 

{loadposition articologoogle}

Su questo argomento, quasi certamente, interverrà anche la decisione della sentenza sui precari della scuola che uscirà il prossimo 26 novembre dalla Corte di giustizia europea. La Flc-Ggil e la Fgu-Gilda degli insegnanti propongono di equiparare la valutazione  del servizio a tempo determinato a quello a tempo indeterminato ai fini della mobilità, in modo da superare l’attuale disparità di trattamento tra servizi.
Per quanto riguarda invece la questione di dare la possibilità di integrare successivamente il contratto stesso in presenza di novità sul versante della prevista attivazione per il prossimo anno scolastico dell’organico funzionale, anche il Miur ha convenuto questa opportunità. Nei prossimi giorni continueranno gli incontri che porteranno all’intesa definitiva di dicembre, cercheremo di seguire tutte le novità che saranno prese sulla prossima mobilità.

CONDIVIDI