Home Mobilità Mobilità, Di Meglio (Gilda): “Il vincolo fa male agli insegnanti e alla...

Mobilità, Di Meglio (Gilda): “Il vincolo fa male agli insegnanti e alla scuola”

CONDIVIDI

Durante la conferenza stampa congiunta delle sigle sindacali, il coordinatore nazionale della Gilda degli insegnanti Rino Di Meglio ha risposto a una domanda della Tecnica della Scuola sulla mobilità:

Crede che sia possibile che in legge di Bilancio passi un emendamento per riportare il vincolo dentro la contrattazione e quindi lavorare alla rimozione del vincolo?

Icotea

“Io penso di sì, anche perché mi è arrivata stamattina la notizia che la Commissione Cultura della Camera ha auspicato la rimozione di questo vincolo. Noi penso che nelle prossime ore procederemo a chiedere incontri urgenti su questa vertenza sia alle Commissioni Cultura di Camera e Senato che ai responsabili dei partiti politici proprio per portare le motivazioni della nostra rivendicazione. E una di queste motivazioni è proprio la rimozione del vincolo“.

RIVEDI LA DIRETTA

“Non è che il vincolo faccia male soltanto agli insegnanti – spiega ancora Di Meglio – fa male alla scuola, perché poi se non si trovano gli insegnanti e si è costretti a cercare il postino che ha una vecchia abilitazione per fare una supplenza, questo sicuramente fa male ai cittadini che hanno i loro figli a scuola, non fa bene alla qualità della scuola e dell’insegnamento, quindi penso che sarebbe una piccola cosa possibile e penso anche che la politica debba smettere di invadere l’ambito contrattuale perché già la riforma Brunetta aveva ridotto notevolmente gli ambiti di competenza della contrattazione, se poi vanno a toccare quelli che ci restano come la mobilità che fa parte delle prerogative della contrattazione, a questo punto il Parlamento fa anche una politica anti sindacale a livello generale e su queste cose dovrebbero riflettere prima di farle”.