Home Mobilità Mobilità, slitta la firma definitiva al Ccni

Mobilità, slitta la firma definitiva al Ccni

CONDIVIDI
  • GUERINI
La sottoscrizione definitiva del Ccni sulla mobilità, in relazione ai trasferimenti e ai passaggi di cattedra e di ruolo per l’a.s. 2014/2015, che si ipotizzava per il 24 febbraio, è stata rinviata in attesa che la Funzione pubblica restituisca al Ministero dell’istruzione il testo dell’Ipotesi siglata il 17 dicembre, “su cui – come specifica in un suo comunicato la Cisl Scuola – si sono svolti senza rilievi i prescritti controlli di compatibilità (Mef e FP). La firma, pertanto, è rinviata, anche se è presumibile che avvenga entro brevissimo tempo”.
Durante l’ultimo incontro tra l’Amministrazione e le organizzazioni sindacali si è discusso sull’art. 30 dell’Ipotesi di Ccni, riguardante la mobilità sul sostegno nella scuola secondaria di secondo grado, su cui peraltro sindacati e Miur si erano già confrontati in un altro incontro nei primi giorni di questo mese. Secondo quanto illustrato dalla Cisl scuola “la discussione resta ancora aperta; il Ccni ha mantenuto il precedente testo, ma l’Amministrazione intende dare applicazione a quanto previsto dal decreto-legge 104/2013 (unificazione delle aree) e si è per questo riservata la formulazione di una proposta di modifica del suddetto art. 30 sulla quale si aprirà il confronto al tavolo negoziale”.
Tale intenzione del Miur aveva già suscitato in precedenti incontri obiezioni da parte di alcune organizzazioni sindacali contrarie ad anticipare all’a.s. 2014/2015 la suddetta unificazione rispetto a quando diverrà operativa, con l’aggiornamento delle GaE, per le immissioni in ruolo e le supplenze.

In attesa della firma definitiva sul Ccni e della successiva ordinanza ministeriale, si sono ipotizzate possibili date di presentazione delle istanze di mobilità: dal 28 febbraio al 29 marzo per docenti, dal 10 marzo al 9 aprile per il personale Ata interessato (sempre che il testo sia riconsegnato in tempi brevissimi dalla Funzione pubblica).