Home I lettori ci scrivono Non assumere i docenti in Gae senza servizio significa calpestare un diritto...

Non assumere i docenti in Gae senza servizio significa calpestare un diritto acquisito

CONDIVIDI
  • Credion

Premessa: il progetto “La Buona Scuola” prevedeva di svuotare le GaE.

Le ultime notizie dicono che il grande piano di assunzioni, tanto pubblicizzato dal governo Renzi, non svuoterà le graduatorie ad esaurimento perché non comprenderà gli iscritti che non hanno fatto servizio in questi anni (aggiungerei per colpa di politiche sbagliate dei ministeri della pubblica istruzione che si sono succeduti in questi anni).

Icotea

Spero che i politici e i tecnici che in questi giorni si stanno imbattendo nella stesura di questo decreto, tanto atteso, sappiano che (ad oggi) per gli inseriti in GaE non esiste l’obbligo di fare servizio per accedere all’assunzione a tempo indeterminato.

Inoltre le ultime notizie dicono che dal 2016 si entrerà in ruolo soltanto tramite concorso. Noi abilitati SSIS e COBASLID abbiamo il sospetto che il decreto legge che il 3 marzo 2015 va all’esame del Consiglio dei Ministri voglia sottrarci un diritto che noi abbiamo acquisito con la nostra sudata abilitazione durata la bellezza di due anni nella nostra vita: l’esame finale (esame di Stato abilitante con valore di prova concorsuale) chi ha dato il diritto di iscriverci ad una graduatoria (GaE) che permetteva (e permette) di aspirare alle supplenze annuali e all’immissione in ruolo.

Voi dite che chiuderete le graduatorie ad esaurimento. Ci spiegate che fine faremo noi che non entreremo nel piano straordinario di assunzioni.Il concorso l’abbiamo già fatto!!!

 

Post scriptum

Gli interessati a rispondere alla presente lettera possono farlo all’indirizzo di posta elettronica: [email protected]