Home Attualità Non vogliono più andare a scuola e decidono di incendiarla

Non vogliono più andare a scuola e decidono di incendiarla

CONDIVIDI

La scuola è andata distrutta e non si sa quando potrà riaprire. La comunità locale mette mano al portafoglio per ricomprare sussidi e materiali didattici.

Il duplice incendio che tre settimane fa aveva praticamente distrutto la scuola media “Pertini”di Banchette, comune alle porte di Ivrea, in provincia di Torino, sarebbe stato appiccato da 5 ragazzini minorenni.
La notizia è stata diffusa poche ore fa dal giornale locale “La Sentinella del Canavese” che ha seguito gli sviluppi del caso fin da subito.
I ragazzi potrebbero essere tutti e 5 allievi della “Pertini” ed avrebbero compiuto il gesto perchè non volevano più andare a scuola.
Intanto sul territorio sono già state promosse diverse iniziative di solidarietà per trovare le risorse necessarie per riacquistare almeno i materiali didattici andati distrutti (PC, LIM e libri sopattutto).

Icotea

 

{loadposition carta-docente}

 

Nella serata del 13 giugno nel teatro comunale di Ivrea si terrà un concerto ad ingresso libero e tutti i proventi verranno devoluti alla scuola.
Un gruppo di genitori del consiglio di istituto ha aperto una campagna di crowfounding riuscendo a raccogliere in pochi giorni già 3mila euro.
Non si sa se le forze dell’ordine abbiano già comunicato alla scuola i nominativi degli alunni denunciati al Tribunale dei minori; in ogni caso non appena la scuola conoscerà i nomi dei ragazzi incolpati dovrà aprire un procedimento disciplinare nei loro confronti e la sanzione non potrà certo limitarsi ad una ramanzina dal momento che l’incendio ha provocato danni particolarmente ingenti e la chiusura totale dell’edificio a partire dal 22 maggio scorso.