Home Attualità Nuovo Dpcm, scuola zona rossa, sciolti i nodi: arrivata la firma di...

Nuovo Dpcm, scuola zona rossa, sciolti i nodi: arrivata la firma di Conte

CONDIVIDI
  • Credion

Il nuovo Dpcm, che sostituisce quello del 3 dicembre 2020 e che va a completare le misure urgenti stabilite in Consiglio dei Ministri e denominate Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (vedi Comunicato della Presidenza del Consiglio) è arrivato alla firma del Premier Giuseppe Conte e stabilisce cosa accadrà nelle scuole di ogni diversa fascia di colore.

Le misure generali, che si applicano dalla data del 16 gennaio 2021 fino al 5 marzo 2021, per le per le scuole producono effetti a partire da lunedì 18 gennaio 2021.

Icotea

TESTO DPCM 14 GENNAIO 2021

ALLEGATO DPCM

Scuole zona rossa

Nelle zone rosse la riapertura delle scuole riguarda le scuole dell’infanzia, le elementari e la prima media.

Dalla seconda media in su si va in DaD.

Quali scuole in zona rossa?

Le prime zone rosse del 2021 potrebbero essere quelle della Lombardia e della Sicilia. Come stanno le cose attualmente in queste regioni?

Ricordiamo che in Sicilia il Governatore Musumeci ha disposto la riapertura delle scuole del primo ciclo solo a partire dal 18 gennaio; e la riapertura delle scuole superiori l’1 febbraio. Se la Sicilia oggi fosse rossa, le seconde e terze medie e le superiori in Sicilia tornerebbero in classe l’1 febbraio nella sola ipotesi in cui per quella data la Regione avesse migliori dati epidemiologici, in grado di rimuoverla dalla zona rossa.

La Lombardia aveva disposto il rientro in classe delle scuole superiori non prima del 25 gennaio, provvedimento sul quale è intervenuto il Tar (su ricorso di un gruppo di genitori) per imporre con effetto immediato la riapertura delle scuole (in pratica a partire da giorno 18). Di fatto, però, con la Lombardia in zona rossa, da lunedì 18 gennaio, seconda media, terza media e superiori sarebbero in DaD.

DPCM scuola: la sintesi delle misure per la scuola