Home Alunni Oltre 700 mln per nuovi asili nido e scuole dell’infanzia

Oltre 700 mln per nuovi asili nido e scuole dell’infanzia

CONDIVIDI
  • Credion

La capogruppo del Partito Democratico in commissione Cultura alla Camera, Rosa Di Giorgi, e la responsabile Istruzione e Ricerca, Manuela Ghizzoni, attraverso un comunicato esprimono la loro soddisfazione nell’accogliere la notizia “dell’assegnazione di oltre 700 mln di euro per finanziare 453 progetti di messa in sicurezza, ristrutturazione, riqualificazione, riconversione, costruzione di edifici per asili nido, scuole dell’infanzia e centri polifunzionali per i servizi alla famiglia”.

Le due esponenti dem fra l’altro aggiungono pure: “Investiamo sui bambini e sulle famiglie. E diamo un forte supporto in particolare alle donne, sulle cui spalle grava solitamente la cura dei figli. La formazione deve iniziare dai bambini più piccoli e l’Italia deve coprire il prima possibile questo divario rispetto al resto d’Europa.
Questa misura rappresenta nello stesso tempo una leva importante per la ripresa, in quanto mette in circolo quasi un miliardo di euro che genera lavoro e dunque occupazione in una fase particolarmente delicata”.

Sembra inoltre, come viene sottolineato da Di Giorgi e Ghizzoini, “che la maggioranza dei finanziamenti, ovvero il 54,4% delle risorse totali, andrà al Sud, per colmare il gap infrastrutturale accumulatosi negli anni anche nel settore dell’istruzione”.

Da qui anche, fanno sapere le due esponenti del Pd, il ringraziamento al governo Draghi, “che sosteniamo convintamente”, sia perché in questo modo viene mantenuta una promessa, sia perché rimane “un segnale politico che va nel senso delle istanze da sempre promosse dal Partito Democratico: diritti, solidarietà, uguaglianza sostanziale, pari opportunità”.

La nostra speranza è che questi fondi non si perdano fra i mille rivoli della burocrazia e che al più presto arrivino al Sud dove le carenze di asili, scuole dell’infanzia e  centri polifunzionali per le famiglie stanno assumendo contorni non più sopportabili.