Home Archivio storico 1998-2013 Generico Papa Francesco telefona ad un alunno vicentino

Papa Francesco telefona ad un alunno vicentino

CONDIVIDI
  • Credion
“Pronto? Sono Papa Francesco, posso parlare con Sammy?”. È andata più o meno così la telefonata che il Pontefice martedì scorso ha voluto fare a casa di Sammy Basso, un 17enne vicentino affetto da una malattia rarissima, la progeria – è uno dei due malati in Italia – che aveva scritto un mese fa una lettera al Papa per complimentarsi del suo modo schietto e diretto con il quale si rivolge alla gente. Dall’altro capo del filo, emozionatissima, c’era la mamma di Sammy, la signora Laura. Che all’Ansa ha raccontato: “Ho capito subito, anche se mi pareva incredibile, che era lui, ha una voce inconfondibile – racconta la donna – Ma ho dovuto rispondere che Sammy era a scuola, al liceo, e sarebbe tornato nel primo pomeriggio. E’ stato il Papa, pensi, a chiedermi se poteva richiamare…”.
Così al suo ritorno a casa Sammy Basso (che compirà 18 anni il primo dicembre prossimo) ha visto esaudito il proprio desiderio: Papa Bergoglio ha richiamato e i due sono rimasti a chiacchierare per alcuni minuti, promettendosi al termine ciascuno una preghiera per l’altro. Come una telefonata tra amici, ha riferito la mamma di Sammy. Nella lettera il giovane aveva espresso il suo apprezzamento per Papa Francesco, definendolo una persona straordinaria.