Home Archivio storico 1998-2013 Generico Parte “Educarsi al futuro”

Parte “Educarsi al futuro”

CONDIVIDI
  • Credion
Materiali didattici sulle tematiche dello sviluppo sostenibile e la promozione delle energie rinnovabili: sono quelli che richiedono agli istituti scolastici di ogni ordine e grado, entro il prossimo 30 aprile, gli organizzatori del Concorso nazionale “Educarsi al futuro”.
Promossa dall’Enea e dal Ministero dell’ambiente, l’iniziativa intende promuovere partnership fra scuole italiane ed africane nell’ambito della campagna internazionale Sustain (Sustainable future students african italian network), incentrata sullo sviluppo sostenibile delle aree rurali del Sud del mondo.
I sei istituti vincitori del concorso si aggiudicheranno, infatti, oltre che premi in denaro, anche un kit fotovoltaico da donare a scuole di villaggi rurali del cosiddetto “terzo mondo”: il fine è quello di favorirne, nella modalità più sana, la loro elettrificazione. Un elemento, quello della luce artificiale, che se per la nostra civiltà è dato per acquisito rimane difficile dal compiersi in molti Paesi e aree del mondo.
A questo proposito Enea e Ifad (International Found for Agricultural Development), agenzia dell’Onu per lo sviluppo rurale, selezioneranno alcuni villaggi dei poverissimi Stati della Mauritania e del Burkina Faso: l’obiettivo ultimo sarà quello di attivare progetti di cooperazione fra scuole e centri di formazione.